Connect with us

Calcio Estero

Clasico, ora è Mou a sorridere

Pubblicato

|

Josè Mourinho, allenatore del Real Madrid

MADRID, 24 APRILE – Al quarto tentativo Josè Mourinho è finalmente riuscito a battere i rivali del Barcellona in campionato. L’unica vittoria  conquistata finora dai Galacticos sotto la guida del tecnico portoghese risaliva allo scorso 20 aprile quando la rete ai supplementari di Cristiano Ronaldo decretò la conquista della ‘Copa del Rey‘. Il successo nazionale non fu però seguito da quello in campo europeo dove furono nuovamente i blaugrana ad avere la meglio e a guadagnarsi l’accesso alla finale poi vinta contro il Manchester United a Wembley.

Il 2-1 maturato lo scorso sabato al Camp Nou potrebbe però segnare un solco tra il passato e il presente della formazione castigliana. I tre punti raccolti hanno di fatto regalato una serie ipoteca sul titolo che sta per tornare al Bernabeu dopo 4 anni di astinenza, dominati in lungo e in largo dai catalani. L’integrità del colosso costruito da Pep Guardiola si trova ora messa in dubbio come non mai. La continuità dei madrileni, destabilizzata solo negli ultimi tempi che hanno favorito la parziale rimonta dell’unica concorrente, ha funzionato da arma di spicco nella corsa per il trono della Liga. Ma il peso specifico dell’impresa potrebbe continuare a sortire i propri effetti nelle stagioni a venire, anche se questo potrà stabilirlo solo il campo. Che sabato scorso ha evidenziato come gli ospiti abbiano trovato le giuste misure per poter resistere all’insidia dei campioni di Spagna in carica.

Entrambe le due potenze iberiche si trovano ancora in lizza per accedere all’ultimo atto dell’attuale edizione della Champions League, che potrebbe vedere le due squadre nuovamente incrociate per una di quelle sfide che potrebbe passare alla storia. Tuttavia sia Bayern Monaco che Chelsea hanno fatto valere il fattore campo nel match di andata e sono pronte a tutto per proteggere il vantaggio costruitosi tra le mura amiche. Tra oggi e domani sapremo se Mou potrà avere l’opportunità di fare nuovamente male ai non più così temuti rivali.

Alessio Tuveri

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending