Andrea Croce

Liga, Real Madrid senza Ronaldo e senza voglia. Con l’Osasuna è solo 0-0

Liga, Real Madrid senza Ronaldo e senza voglia. Con l’Osasuna è solo 0-0
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Un passo indietro per il Real Madrid che rinuncia a giocare contro l'ultima in classifica e non si rende mai pericoloso. Pesa l'assenza di Crisitiano Ronaldo.

Casillas di nuovo titolare per la squalifica di Adan

Casillas di nuovo titolare per la squalifica di Adan

PAMPLONA, 12 GENNAIO – Un Real Madrid inedito, a causa delle numerose assenze, è ospite di un Osasuna relegato all’ultimo posto della Liga. Le buone prestazioni della scorsa stagione sono un lontano ricordo per la squadra Navarra che ha collezionato finora 3 vittorie e 2 pareggi con solo 14 goal all’attivo. L’impegno infrasettimanale in Coppa del Re ha mostrato un Real Madrid in salute, anche se la Liga non rappresenta più un obiettivo per gli uomini di Mourinho. I padroni di casa sono alla ricerca di una riabilitazione davanti al proprio pubblico che non salverebbe certo la stagione, fino a questo punto disastrosa, ma potrebbe rappresentare una grande iniezione di fiducia per affrontare il girone di ritorno.

CHI ENTRA E CHI ESCE – Oltre a Cristiano Ronaldo, Mourinho non può contare su Sergio Ramos e Pepe. Al centro della difesa ci sono Albiol e il giovane Varane, in avanti oltre a Callejòn, chiamato a sostituire il portoghese, ci sono Modric e Higuain, preferiti a Özil e Benzema. Da segnalare il ritorno tra i pali di Casillas, anche per la squalifica di Adan, e quello di Marcelo, che si siede in panchina dopo il lungo infortunio di inizio stagione.

POCA PERSONALITA’ – I primi 20 minuti sono di una noia mortale. Il Real Madrid non riesce a trovare il ritmo giusto e lascia l’iniziativa ad un Osasuna, che molto timidamente si affaccia nella metà campo avversaria. La prima emozione la regala il portiere di casa Fernandez che, con un’uscita kamikaze ben al di fuori dalla propria area, si fa saltare da Higuain, ma l’assist dell’argentino per Callejon è intercettato da Bertran. La difesa dell’Osasuna soffre molto i cambi di gioco e lascia qualche spazio sugli esterni che Di Maria e Callejon non riescono a sfruttare. Sul finire di tempo grande occasione per Coentrao, ancora grazie ad un’uscita azzardata di Fernandez, ma la conclusione del portoghese è larga. Troppo poco e la prima parte si chiude senza che i due portieri siano stati mai impegnati.

NULLA CAMBIA – Mourinho non fa cambi nell’intervallo nonostante la scarsa vena offensiva di Higuain e Di Maria. L’assenza di Ronaldo si fa sentire sul piano del gioco, specialmente nelle ripartenze, ma soprattutto a livello mentale, perchè manca un leader che si faccia carico della squadra. La pazienza di Mou però dura solo altri 12 minuti e al 57′ Kakà e Benzema entrano in campo proprio al posto dei due argentini. L’ex-milanista dopo neanche due minuti si fa notare per un’entrata dura su Ruben che gli vale il cartellino giallo. Il Real non decolla ed anche il deludente Modric viene richiamato ai box, lasciando il campo ad Özil. Le poche occasioni degne di nota sono però per l’Osasuna con Sola e Armenteros che non sorprendono Casillas. Al 75′ grave ingenuità di Kaka che, già ammonito, non rispetta la distanza e lascia i suoi in inferiorità numerica. Dopo tre minuti però il Real passa in vantaggio con Callejòn, ma l’arbitro annulla per un fuorigioco che non c’è. L’espulsione sembra aver dato la scossa agli uomini di Mourinho che creano più negli ultimi 10 minuti che in tutto il resto del match. Lo scampato pericolo anima il pubblico del Reino de Navarra e l’Osasuna prova il colpaccio, ma è troppo impreciso al momento di finalizzare.

Un passo indietro per il Real Madrid che rinuncia a giocare contro l’ultima in classifica e non si rende mai pericoloso. L’assenza di Crisitiano Ronaldo toglie velocità alle ripartenze e fa emergere ancora di più le incertezze di una squadra che, specialmente fuori casa, non riesce a tenere il passo di Atletico e Barcellona. Coppa del Re e Champions League come unici obiettivi di Mourinho, ma ora in Liga bisogna guardarsi le spalle dai possibili ritorni di Malaga e Betis.

Tabellino

OSASUNA 0
REAL MADRID 0 

Le Formazioni

OSASUNA (4-2-3-1): Fernandez, Bertran, Arribas, Ruben, Damià, Lolo, Oier, Cejudo (dall’85’ Llorente), Nino, Armenteros, Sola. All.: Mendilibar

REAL MADRID (4-2-3-1): Casillas, Arbeloa, Varane, Albiol, Coentrao, X. Alonso, Khedira, Di Maria (dal 57′ Benzema), Modric (dal 67′ , Callejon, Higuain (dal 57′ Kaka). All.: Mourinho

Ammoniti: Ruben, Oier, Armenteros, Lolo (O), Kakà, X.Alonso, Özil (R)
Espulsi:
Arbitro: Gomez

Andrea Croce

Share Button