Walter Molino

NBA, Sesta sconfitta consecutiva per i Lakers contro Oklahoma: ora è crisi profonda

NBA, Sesta sconfitta consecutiva per i Lakers contro Oklahoma: ora è crisi profonda
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Durant, MVP della notte

Durant, MVP della notte

LOS ANGELES, 12 GENNAIO – La crisi dei Lakers non ha fine. In nottata è arrivata la sesta sconfitta consecutiva degli uomini di Mike D’Antoni disintegrati da Oklahoma allo Staples Center per 116-101 con un super Durant da 42 punti. La situazione ad Ovest è critica adesso con i LAL che occupano l’undicesima piazza con un rapporto di 0.417 (Portland ottava ha 0.556).

IL MASSACRO – Dopo 5 sconfitte consecutive, Bryant e compagni avevano la possibilità di rialzarsi in casa contro OKC. Ma ciò non è stato possibile. Le assenze di Gasol, Howard ed Hill mettono ancora di più il coltello nella piaga nella parte gialloviola della città degli angeli. La partita ha un senso solo all’inizio. Poi comincia a prendere una bruttissima piega, con OKC che si impone con vantaggi che variano dai 27 punti fino ai finali 15. Durant ha messo a referto 42 punti e Scott Brooks l’ha anche risparmiato per i minuti finali, non permettendogli di alzare il suo punteggio, che comunque rappresenta il suo season high. Anche Westbrook dà il suo contributo con una doppia doppia da 27 punti e 10 assist. Dall’altra parte ci sono i 28 di Bryant e i 19 di Jamison ma ovviamente troppo poco. Malissimo LAL ai tiri da 3. Il primo arriva addirittura a metà terzo quarto con Steve Nash. Pessime le percentuali di Metta World Peace che mette 1-9 da tre, mentre Bryant 2-8.  Finora i Lakers hanno vinto 15 partite e perse 21, ed hanno un rapporto di molto inferiore a 0.5 (che non sarebbe neanche sufficiente visto lo score di Portland). Non arrivare ai Playoff sarebbe un fallimento assurdo, considerando le aspettive che c’erano su questa squadra ad inizio stagione. Non siamo neanche a metà stagione, mancano ancora 46 partite, ma con questi presupposti sarà dura. Con questa vittoria invece, i Thunder fissano il proprio rapporto a 0.778 con 28 vittorie ed 8 sconfitte (al pari dei Clippers). Anche quest’anno Oklahoma si candida come una delle pretendenti al titolo. Con questo Durant poi si può certamente migliorare il secondo posto dello scorso anno.

a Cura di Walter Molino

Share Button