Connect with us

Focus

Guarda che Destro: carriera e futuro del giovane attaccante

Pubblicato

|

Mattia Destro, 21 anni compiuti da poco più di un mese, si è già fatto valere in quello che i più considerano il campionato più difficile del mondo. Insieme a Fabio Borini è una delle sorprese della Serie A e i gol che ha realizzato nelle ultime giornate dimostrano che sta passando un momento positivo. Con il Siena ha collezionato 27 presenze realizzando 10 marcature tra campionato e coppa.

La prima esperienza di Destro avviene nel 2004 nelle giovani dell’Ascoli dove rimane un anno, per poi passare al settore giovanile dell’Inter. Appena arrivato vince il campionato Primavera di categoria e diventa titolare inamovibile della formazione grazie ai suoi gol, tanto che conquista con 18 reti il titolo di capocannoniere. Nel 2008 insieme ai compagni Davide Santon, Joel Obi e Luca Caldirola vince il torneo di Viareggio, ma al contrario di essi non riuscirà ad esordire in Serie A con la maglia nerazzurra.

Per poter guadagnare la sua prima presenza nella massima serie italiana deve aspettare il 2010, quando viene ceduto al Genoa all’interno dell’affare che ha portato Ranocchia a Milano. Debutta al Luigi Ferraris durante la sconfitta casalinga contro il Chievo il 19 settembre dove dopo sei minuti dal suo ingresso segna il suo primo gol tra i professionisti. Il 24 novembre invece sigla il gol del 3-1 contro il Vicenza in Coppa Italia, garantendo ai Grifoni il passaggio del turno. Nel gennaio 2011 la squadra rossoblù riscatta l’intero cartellino del giocatore dall’Inter ma causa del poco spazio che trova la le file del Genoa, a luglio viene ufficializzato il prestito con diritto di riscatto al Siena.

Parte davvero alla grande con i toscani segnando alla prima da titolare contro il Lecce il 25 settembre 2011. Un mese dopo realizza la sua prima doppietta contro il Chievo e si ripete subito dopo la pausa invernale contro la Lazio il 7 gennaio 2012. Risulta decisivo in Coppa Italia realizzando il gol vittoria che consente al Siena di passare il turno ancora una volta contro il Chievo. Sannino lo schiera praticamente sempre e lui lo ripaga andando a segno quattro volte in cinque gare di campionato; l’ultimo proprio contro la squadra che lo ha fatto esordire. Grazie alla sua dote realizzativa si è guadagnato un posto da titolare anche nella Nazionale Under 21 di Ciro Ferrara. In precedenza ha segnato una doppietta alla Turchia durante la qualificazione agli Europei del 2011.

Fabio Pengo

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending