Redazione

Serie Bwin, i pronostici sul campionato e tutto il calciomercato. Intervista esclusiva

Serie Bwin, i pronostici sul campionato e tutto il calciomercato. Intervista esclusiva
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Federico_Errante (PianetaB)

Federico Errante, direttore di PianetaB.com

BERGAMO, 10 GENNAIO – Come ogni anno la Serie B ci ha regalato moltissime emozioni e si è dimostrato ancora una volta un campionato d’alto livello, equilibrato e ricco di giocatori qualitativamente molto forti e di calciatori giovani dal roseo avvenire. La classifica di Serie B è chiara: Sassuolo, Livorno e Verona stanno dominando sulle altre compagini avendo dimostrato un calcio a tratti spettacolare, compattezza e fame di successo. Al giro di boa, però, tutti i giochi sono ancora aperti sia nelle zone nobili della graduatoria sia per quel che concerne la zona retrocessione. Per commentare questa prima parte di campionato la nostra redazione ha contattato in esclusiva Federico Errante, esperto di Serie B nonché direttore responsabile di PianetaB, portale on-line dedicato esclusivamente alla Serie B che sta già riscuotendo un grande successo nonostante sia nato da poche settimane.

Ciao Federico. In cosa consiste il progetto PianetaB?
Il portale è uno dei siti-guida del ramo sportivo di Globalist, la prima syndication in Italia. L’anima è una redazione consolidata da una precedente esperienza che, ancor di più, vuole elevarsi dalla giungla del web per la qualità del servizio fornito. L’obiettivo è portare l’utente ad avere in un unico sito tutte le informazioni sulle 22 protagoniste, con il valore aggiunto di rubriche, opinioni ed il contributo di editorialisti d’eccellenza. Il tutto affiancato da contenuti, studiati giorno dopo giorno, tutti da scoprire.

Partiamo innanzitutto commentando le ventidue partite viste sinora: che campionato abbiamo avuto il piacere di vedere?
Tre davanti a tutte e se alle loro spalle non si trova la continuità i play-off potrebbero essere seriamente a rischio per la seconda volta nella storia. Detto questo, non fossilizziamoci sulla solita banalità del livello sempre più basso in categoria poichè, al contrario, a mio avviso la cadetteria si sta dimostrando ancora una volta un campionato ricco di interesse e vetrina ideale per tanti giovani italiani sicuri protagonisti del nostro calcio, nel presente ma soprattutto nel futuro.

Diamo uno sguardo d’insieme: qual è stata secondo te la migliore squadra, la compagine che ha deluso, e quella che ti ha sorpreso?
Troppo facile dire il Sassuolo, allora premio anche il Varese che, ancora una volta, è lì a lottare nelle zone alte. Deludente lo Spezia visto il rapporto tra spesa in estate e risultati ottenuti fino ad ora, ma anche Novara e Cesena, in grossa difficoltà dopo la retrocessione dalla A. Per ciò che concerne la sorpresa, sottolineando l’ormai consueto comportamento egregio del Cittadella, scelgo l’Empoli: dopo un avvio stentato, la grande progressione dei toscani esalta il mix di gioventù ed esperienza.

Passiamo ai singoli: chi è stato il miglior giocatore finora, il calciatore che ha deluso, il miglior giovane, e il giocatore che ti ha colpito maggiormente?
Qui la gamma è ampia, perciò opto per quattro risposte secche: Siligardi del Livorno, Bojinov del Verona (anche se non sarebbe da meno Tiribocchi della Pro Vercelli), Bellomo del Bari e Berardi del Sassuolo

Chi è stato il migliore acquisto sinora?
Boakye tornato a Sassuolo e Cacia rinato a Verona.

Che mercato sarà? C’è qualche colpo in serbo?
In un mercato che, ovviamente, dovrà fare i conti con la situazione finanziaria e perciò vivrà più su scambi e “last-minute” invece che su grandi affari, il colpo l’ha piazzato in prospettiva il Milan assicurandosi l’empolese Riccardo Saponara.

Quali squadre hanno maggiore necessità di rinforzarsi?
La Reggina sta giocando con il fuoco e deve darsi una mossa per non correre rischi oltre il dovuto, la Pro Vercelli ha preso Abbate ed Erpen ma non basta, visti i limiti palesati dalla squadra. Quanto al Grosseto, sempre più un porto di mare, invece non so quanto sarà utile l’ennesima rivoluzione di Camilli, in un situazione già seriamente compromessa.

Secondo te quali sono le squadre che andranno in Serie A?
Sassuolo e una tra Livorno e Verona se non ci fosse il gap di dieci punti tra la terza e la quarta. In tal caso potrebbero rientrare in gioco addirittura due deluse (e deludenti) come Padova e Spezia.

Chi invece retrocederà in Lega Pro?
Non me ne vogliano gli amici maremmani ma il Grosseto, non solo per la graduatoria, è quella messa peggio. Per il resto Pro Vercelli, Lanciano e Vicenza, a meno di crolli di una tra Crotone, Ascoli, Ternana o addirittura Reggina.

Che girone di ritorno vedremo?
La lunga sosta e il mercato ci faranno vivere, ancor più rispetto agli altri anni, un secondo mini-campionato che si deciderà con il primo caldo che mostrerà chiaramente chi avrà ancora benzina da spendere e/o chi avrà operato meglio a gennaio. L’importante sarà non perdere terreno tra febbraio e marzo in quanto un filotto negativo potrebbe avere ripercussioni fatali sul lungo periodo.

A cura di Nicolò Bonazzi

Share Button