Modestino Picariello

Coppa Italia: Juventus-Milan, presentazione e probabili formazioni

Coppa Italia: Juventus-Milan, presentazione e probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La vincente affronterà in semifinale la Lazio, che ieri ha battuto per 3-0 il Catania

Allo Juventus Stadium Juventus e Milan si affronteranno in una partita secca

Allo Juventus Stadium Juventus e Milan si affronteranno in una partita secca

TORINO, 9 GENNAIO – Chi affronterà la Lazio in semifinale di Coppa Italia? Ma soprattutto, chi sta meglio tra Milan e Juventus? A queste ed altre domande darà risposta stasera lo Juventus Stadium, in un match che vale ben più del passaggio del turno.

SITUAZIONI OPPOSTE – Nonostante i 14 punti di distanza in classifica, il Milan si presenta alla sfida col morale altissimo, a fronte di una Juventus più opaca di quanto lascia prevedere il percorso fatto finora. Allegri si coccola El Shaarawi e la ritrovata voglia di squadra: se escludiamo il passo falso con la Roma, gli ultimi due mesi dei rossoneri sono stati da zona scudetto ed adesso almeno un piazzamento in Champions League non sembra più un miracolo.

Dal canto suo la Juventus esce strapazzata dagli ultimi giorni: la sconfitta contro la Sampdoria ed i nuovi guai giudiziari di Antonio Conte (è di oggi la notizia degli avvisi di fine indagine nell’ambito dell’inchiesta di Bari sul calcioscommesse ndr) fanno respirare un clima pesante in una squadra che improvvisamente si scopre con la coperta corta: se mancano alcuni titolari, si affonda, e se anche Buffon è in giornata no, allora il primato non sembra più così saldo.

LE POSSIBILI FORMAZIONI – Novità che sanno di antico in casa Milan: la formazione sarà quasi quella titolare, ma Boateng tornerà a fare l’interno di centrocampo ed Ambrosini comanderà il reparto, come negli anni d’oro. A tirare un po’ il fiato sarà Montolivo. In attacco Pazzini sarà la punta centrale, affiancato da Emanuelson ed El Shaarawi. Nella Juventus, Conte cerca certezze da chi ha giocato poco e prova a valorizzare i giovani. In questo senso vanno viste le panchine di Pirlo e Vucinic (ancora non al meglio, a favore di Marrone e Matri.

Juventus (3-5-2): Storari; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner, Vidal, Marrone, Giaccherini, Isla; Matri, Giovinco.

Milan (4-3-3): Amelia; Abate, Mexes, Acerbi, De Sciglio; Montolivo, Ambrosini, Boateng; Emanuelson, Pazzini, El Shaarawy.

Modestino Picariello

Share Button