Sebastian Mongelli

Calciomercato Lazio, Cirigliano o Casemiro le richieste di Petkovic

Calciomercato Lazio, Cirigliano o Casemiro le richieste di Petkovic
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Due mister "C" per il centrocampo biancoceleste

Casemiro, centrocampista del San PaoloROMA, 10 GENNAIO – La Lazio cerca un centrocampista in questa sessione di mercato, e dato che l’affare Lampard sembra dover slittare al prossimo giugno, la dirigenza biancoceleste ha messo gli occhi su due talenti del calcio sudamericano.

SOGNO LAMPARDLampard lascerà il Chelsea, ma molto probabilmente lo farà a partire dal prossimo giugno. La società londinese preferirebbe lasciar partire subito il centrocampista per evitare di pagare la seconda metà dello stipendio che attualmente è di circa 10 milioni lordi, e sarebbe disposta a farlo partire gratis purchè si riesca a convincerlo. Sono molte le squadre interessate a Lampard, le offerte iniziali provenivano dalla MLS e dalla Cina, poi è stata la volta di Lazio e Inter, con i nerazzurri che però hanno preferito abbandonare la pista per continuare a puntare sui giovani, e infine il Manchester United di Ferguson. Il tecnico dei Reds sembra davvero intenzionato ad acquisire le prestazioni del centrocampista inglese tanto da aver pensato di consegnargli la fascia di capitano fin da subito. Tutto sta nella volontà del giocatore, che poco tempo fa aveva confessato di avere un debole per l’Italia e soprattutto per la capitale, ora la Lazio deve far avverare i suoi sogni e quelli del giocatore presentando un’offerta tale da convincerlo a cambiare subito squadra o eventualmente a passare in biancoceleste a fine stagione.

MISTER “C” – Niente mister x per la società biancoceleste, i nomi degli obiettivi principali per il centrocampo cominciano entrambi con la lettera “C”. Stiamo parlando di Cirigliano e di Casemiro, entrambi classe ’92 con una cosa in comune, saranno presto due protagonisti del calcio mondiale, andiamo però ad analizzare entrambe le trattative. Per quanto riguarda l’argentino, la sua valutazione è di circa 8-9 milioni di euro, il River Plate non intende smuoversi da tale cifra e preferirebbe far partire il suo gioiello a titolo definitivo. La Lazio ha intavolato da tempo una trattativa con la società argentina, e sembra abbia formulato un’offerta che si basa su di un prestito con diritto di riscatto, anche qui la concorrenza è alta ma fino ad ora nessuna società ha presentato un’offerta che soddisfi a pieno le richieste del River.

Casemiro invece è un nome nuovo che entra a far parte della lista dei papabili per la società capitolina. Il centrocampista brasiliano di proprietà del San Paolo nell’ultimo anno e mezzo era stato vicinissimo a Inter e Roma, ma le due società non hanno mai approfondito troppo il discorso, attualmente non è considerato incedibile e il prezzo del suo cartellino si aggira sui 6 milioni di euro, ha le caratteristiche giuste che Petkovic cerca nei suoi centrocampisti e sembra proprio che il tecnico bosniaco lo abbia richiesto alla dirigenza perchè col suo dinamismo e le sue qualità indiscusse potrebbe essere una valida alternativa ai titolari se non addirittura farne parte fin da subito.

MERCATO IN USCITA – Dopo Rocchi e Matuzalem sta arrivando il momento per molti altri esuberi biancocelesti di cambiare casacca. Bizzarri interessa al Chievo che sembra aver puntato sull’argentino in caso di partenza di Sorrentino, ma per ora si tratta solo di un pour-parler. Stankevicius sembra essere finito nel mirino del Celta Vigo, inoltre è destinato a partire anche Luciano Zauri. Per quanto riguarda Sculli, ancora aperta la pista Genoa, e Foggia nessuna squadra ha fatto un passo deciso verso di loro e quindi si resta in attesa. Per quanto riguarda Zarate invece tutto si basa sulla volontà del giocatore, il Fenerbache ha presentato un’offerta di 9 milioni di euro ma la destinazione non era gradita al giocatore che però potrebbe tornare sui suoi passi pur di non ritrovarsi fuori dal progetto biancoceleste e fuori dal campo da gioco per un altro anno e mezzo.

a cura di Sebastian Mongelli

Share Button