Redazione

Calciomercato Roma: Stekelenburg potrebbe partire

Calciomercato Roma: Stekelenburg potrebbe partire
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Marquinho dice “no” al Palermo: tutti i retroscena

Stekelenburg in partenza. Il portiere olandese nel mirino del MilanROMA, 8 GENNAIO – La sconfitta di Napoli ha lasciato evidentemente il segno in alcuni giocatori, che già manifestavano un certo malcontento per il loro non utilizzo. Su tutti ci sono il portiere Stekelenburg ed il centrocampista Marquinho.

Per quanto riguarda il portiere olandese, la situazione è la seguente: ha iniziato la stagione da titolare, salvo poi perdere il posto a discapito di Mauro Daniel Goicoechea, giovane portiere uruguaiano. Diciamocela tutta: Stekelenburg non è un portiere adatto alle squadre di Zeman, che predilige un numero 1 che sappia giocare con la palla al piede, che stia anche fuori dai pali, anche fuori dall’area di rigore. L’olandese è tutt’altro. Sta di fatto che ora al portiere della nazionale olandese non gli va giù il fatto di essere il secondo, e cosi ha chiesto di essere ceduto. Il suo procuratore, Rob Jansen, ha infatti dichiarato: “Se questa situazione dovesse durare ancora, valuteremo altre piste. Maarten non è venuto a Roma per sedersi in panchina.” Di fatto, da due mesi, per Zdenek Zeman, il portiere titolare è Mauro Daniel Goicoechea, facendo registrare la presenza del portiere olandese solo nella sfida di Coppa Italia vinta dai giallorossi per 3-1contro l’Atalanta. La Roma pagò il giocatore, nel 2011, 7,5 milioni di euro, ora però la cessione arriverà ad una cifra leggermente più bassa. Si era paventata una pista Milan, mettendo in atto uno scambio con Amelia, per via di un certo malcontento di Allegri verso i due portieri, ma l’ipotesi sembra tramontata perché i rossoneri rinnoveranno il contratto ad Abbiati ed in estate cercheranno di prendere un giovane portiere, Perin su tutti. Rob Jansen incontrerà il Fulham per sondare la reale intenzione di prelevare il giocatore. Non sembrano però, al momento, esserci altri club interessati al 30enne portiere olandese. C’è tempo fino al 31 gennaio, quindi sicuramente qualcosa succederà.

Capitolo Marquinho: la settimana scorsa il Ds Walter Sabatini, aveva definito, con il Palermo, il prestito del giocatore fino a giugno, ma il brasiliano ha rifiutato. Dietro al “no” ci sarebbe interessamento da parte del Gremio per il giocatore, che quindi preferirebbe tornare in patria piuttosto che andare a giocare altrove in Italia. Si aspetta dunque una mossa concreta da parte del club brasiliano, ma se ciò non dovesse arrivare si proverà ad imbastire un’altra trattativa.

Altro giocatore scontento è Nicolas Burdisso: in occasione del match del “San Paolo”, le due società hanno parlato proprio del difensore argentino, vista la costante ricerca di difensori da parte del Napoli per via della squalifica di Cannavaro e della cessione di Aronica. Di fatto Burdisso ha detto di non volersi muovere da Roma, ma in realtà non è più un titolare fisso, visto che Zeman, spesso e volentieri, gli preferisce Castan e Marcos. Anche Ivan Piris è in odore di sostituzione: le prestazioni, non proprio conformanti del laterale destro paraguaiano, hanno spinto Walter Sabatini a sondare il mercato, anche perché i giallorossi hanno il giocatore in prestito e non sono sciuri di riscattarlo per 4 milioni. L’obiettivo sarebbe Sebastian Jung dell’ Eintracht di Francoforte, in scadenza di contratto che non rinnoverà: la Roma è in vantaggio e vorrebbe accelerare le cose per portarlo nella capitale già a gennaio, ma c’è da vincere la concorrenza di Inter (da tempo sul giocatore, ndr), e Wolsfburg. In alternativa ci sarebbe Berardi della Sampdoria.

Altri obiettivi sono il difensore Doria del Botafogo, sul quale c’è anche la Juve, che ha un costo di 6 milioni di euro, ed Elias, 27 anni, dello SportingLisbona. Il suo desiderio sarebbe quello di ritornare in patria, ma la sua ex squadra, il Corinthians, ha già rifiutato perché ha investito su altri obiettivi. La Roma, che aveva già fatto un sondaggio a settembre, ora ha riallacciato i rapporti per tentare di prendere il giocatore: si tratta sul cartellino, pagato 9 milioni di euro dallo Sporting nel 2011. Il problema è costituito anche dalla clausola rescissoria di 40 milioni. Il giocatore ha un contratto con i lusitani fino al 2016.

Massimiliano di Cesare

Share Button