Vincenzo Galdieri

Calciomercato Juventus, è il Drogba day: blitz a sorpresa, si può chiudere

Calciomercato Juventus, è il Drogba day: blitz a sorpresa, si può chiudere
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Giornata decisiva per portare Drogba in bianconero TORINO, 8 GENNAIO – Alla fine si sono decisi. La Juve prova il colpo a sensazione, quello che sposta gli equilibri ed allarga incredibilmente gli orizzonti di questa stagione. Dopo tante peripezie, ammiccamenti e smentite di rito, pare sia arrivato il momento clou. Insomma, è il Drogba day: il blitz dovrebbe arrivare già oggi, entro domani potrebbe calare il sipario su questa importantissima trattativa. In un senso o nell’altro. In Corso Galileo Ferraris hanno pronta l’offerta: prestito secco per questa stagione, con possibilità di rendere l’acquisto definitivo dall’anno prossimo qualora tutte le parti in causa dovessero trovarsi concordi. E’ un affare dal potenziale straordinario e dai costi relativamente contenuti. E soprattutto, sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione che si sta facendo sempre più succulenta.

IL TOP PLAYER – Tanto desiderato, tanto agognato. Il top player della Juventus è un dilemma che si presenta durante ogni stagione. Dilemma che, puntualmente, non arriva mai ad un punto di svolta in senso positivo. Almeno per quanto riguarda l’attacco – in mezzo e dietro sono state fatte operazioni magistrali – che pullula di ottimi giocatori, ma non annovera tra le proprie fila un bomber con la B maiuscola. Ebbene, adesso la storia potrebbe cambiare, una volta per tutte. Perchè più top player di Drogba non c’è nessuno, almeno tra quelli accessibili. La Juve ha fiutato l’affare e dopo qualche tentennamento di troppo ha virato in maniera decisa: adesso l’ex Chelsea può arrivare davvero.

LOWCOST CON VISTA CHAMPIONS – Per come è stato impostato, l’affare Drogba ha anche il vantaggio di essere lowcost. Prestito gratuito con 3 milioni di euro da assicurare a Didier per 4 mesi (a gennaio il giocatore sarà impegnato in Coppa d’Africa), più eventuale bonus qualora dovesse arrivare la vittoria della Champions League. Poi, a giugno, si rifà tutto da capo: se si trova l’accordo, Drogba rimane a Torino. Altrimenti torna in Cina. Lo Shangai Shenua è pronto a dare il proprio placet, perchè il ragazzo vuole giocare in Coppa e non ha senso trattenerlo controvoglia. E poi risparmierebbe una bella somma sull’ingaggio. Anche gli agenti del giocatore sembrano essere d’accordo. E lui, il campione venuto dall’Africa, pare aver fatto una scelta precisa: vuole la Juve. E la vuole subito.

SVOLTA DOPO LA SAMP – La svolta vera e propria è arrivata dopo il passo falso di domenica con la Sampdoria. Pare ci sia stato un summit in dirigenza e da quel momento in poi Marotta ha dato il via libera per trattare, avvalendosi probabilmente di qualche mediatore. L’idea era là, sulla scrivania, ma la decisione tardava ad arrivare. Poi, dopo la sconfitta coi blucerchiati, si è scelto di stringere i tempi. E non soltanto per un discorso tecnico: è chiaro che c’è piena fiducia nei giocatori a disposizione, ma cali di tensione come quello di domenica non sono ben accetti dalle parti di Torino. L’affare Drogba ha anche risvolti sul piano psicologico. Avere un campione in più in squadra serve tantissimo sotto il profilo dell’approccio, perchè porta ulteriore mentalità vincente e riduce al minimo le possibilità già esigue – la Juve solitamente è sempre famelica – di cadere in trappole da relax. Insomma, l’arrivo del campione ex Chelsea funzionerebbe da stimolo per tutti. Adesso non rimane che attendere, mentre i tifosi della squadra campione d’Italia si fregano le mani. Stando attenti a non pronunciare la parola ‘top player’: non si sa mai, magari porta male e l’incantesimo si rompe pure stavolta.

A cura di Vincenzo Galdieri 

Share Button