Orazio Rotunno

Calciomercato Inter, tris anti-crisi: Lodi, Schelotto e Sorrentino

Calciomercato Inter, tris anti-crisi: Lodi, Schelotto e Sorrentino
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

E intanto giungie dall'Inghilterra un'offerta importante per Coutinho dal Southampton, pari a 12 milioni di euro. L'Inter ci pensa

Branca, dt InterMILANO, 7 GENNAIO – Il calciomercato dell’Inter è ufficialmente entrato nel vivo: incontro fra Moratti, Branca ed Ausilio in C.so Vittorio Emanuele, sede dei neroazzurri. All’uscita il Presidente ha detto che “l’Inter verrà aggiustata” ma non vi saranno grandi colpi. Schelotti, Lodi e Sorrentino sono i nomi caldi, confermati dallo stesso massimo dirigente. Nelle prossime ore si attendono importanti sviluppi in merito.

PARTE LA CACCIA AI 3: SCHELOTTO IL PRIMO – E’scattata l’ora X in casa-Inter: ora si fa sul serio, Moratti, Ausilio e Branca si sono riuniti per una discussione durata circa un’ora e mezza riguardo le strategie di mercato da attuare entro il prossimo 31 gennaio. Sono tre in nomi in cima alla lista: il vice-Handanovic, Sorrentino appunto, visto il serio infortunio alla spalla che terrà out Castellazzi per tutta la stagione. Un esterno destro al posto del pessimo Jonathan che tronerà in Brasile o al Parma dopo i positivi 6 mesi della scorsa stagione, ed il nome di Schelotto è caldissimo. E soprattutto lui, Francesco Lodi, a coprire quella casella mancante nel centrocampo di Stramaccioni: il tanto agogniato regista. Moratti ha fatto capire che saranno pochi i soldi investiti, quanto meno nel mese di gennaio, si adotterà dunque una politica più improntata su prestiti ed inserimento di contropartite tecniche. A meno che venga presa in considerazione una clamorosa offerta proveniente dall’Inghilterra: il Southampton sembrerebbe esere piombato su Coutinho con un’offerta piuttosto importante, che si aggirerebbe sui 12 milioni di euro. Il doppio di quanto speso dall’Inter nel 2010 per portarlo in Italia, ma non è detto che l’Inter ceda alla proposta. In tal caso ci sono diversi giocatori appetiti ed appetibili nella rosa-Inter, primavera compresa: per Sorrentino l’Inter potrebbe sborsare 500 mila euro più il prestito di Duncan e Livaja, secco no per Obi richiesto dal ds Sartori. Schelotto è il più oneroso, l’Atalanta chiede 7 milioni di euro, l’Inter ne offre 5: a metà strada ci si può arrivare anche in questo caso con l’inserimento di una valida contropartita, da escludere possa essere il prestito del richiesto Silvestre, più probabile Mariga. Infine Lodi: Pulvirenti lo ha dichiarato incedibile ma il giocatore vuole sfruttare la grande chance della sua carriera. L’Inter offre 2 milioni più i prestiti di Bessa e Livaja, o in alternativa Longo se dovesse rientrare dalla deludente parentesti con l’Espanyol.

PARLA MORATTI, SOSTEGNO A STRAMA –“Schelotto, Sorrentino e Lodi sono tutti buoni giocatori.  Ora, però, non è il momento di spendere troppo“. Queste le prime parole di Moratti all’uscita dagli uffici della sede interista. Ancora cupo per la brutta sconfitta di ieri, Moratti sostiene comunque il suo allenatore: “”Bene fino a un certo punto, poi una brutta trasformazione, speriamo di recuperare in fretta gli infortunati e di riavere gli squalificati“. Infine, a chi li fa notare che questa Inter ha gli stessi punti dell’Inter di Ranieri in questo momento della stagione è sibiliino, “stessi punti, ma la posizione è buona anche perché le altre rallentano”.

Nessun alibi nelle sue parole riversate sull’arbitraggio. Ora ci si aspetta qualcosa di importante in sede di mercato.

Orazio Rotunno

Share Button