Walter Molino

Napoli-Roma 4-1: top Cavani e Pandev, flop Lamela e Destro. Le pagelle

Napoli-Roma 4-1: top Cavani e Pandev, flop Lamela e Destro. Le pagelle
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Cavani protagonista assoluto della vittoria al San Paolo contro la Roma

Cavani esulta ad uno dei goal

NAPOLI, 06 GENNAIO – Il Napoli comincia il 2013 con una vittoria contro la Roma per 4-1. Anno nuovo vita vecchia. E’ ancora  un Super-Cavani a fare da mattatore. Ennesima tripletta in carriera, per l’attaccante uruguagio che rilancia il Napoli nella corsa per il terzo posto. Cade ancora la Roma nella sua solita altalena tra vittorie e sconfitte.

DE SANCTIS 7 – Il portiere del Napoli si deve impegnare in diversi interventi specie nel primo tempo. Sempre puntuale e preciso specie nelle uscite: alte e basse. Più problemi per lui nel finale quando la Roma ha tentato la rimonta.

CAMPAGNARO 6,5 – Buona la gara dell’argentino che è ormai in partenza (a giugno, magari direzione Milano). Qualche suo anticipo è stato decisivo, anche se sulla fascia destra ci sono stati un po’ di problemi con Balzaretti.

BRITOS 5 – Bene nel primo tempo, ma male nel secondo. In particolare sul goal di Osvaldo perde l’uomo e in precedenza aveva anche sbagliato un’altro intervento. Per i difensori contano gli episodi, ma per sua fortuna in squadra con lui c’è un certo Cavani.

GAMBERINI 6 – Non eccessivi problemi per l’ex difensore Viola, che conduce una partita sufficiente.

INLER 6,5 – Esce a metà ripresa, dopo la sua ordinaria amministrazione. Qualche pallone recuperato, e il suo solito ritmo (nel bene e nel male).

BEHRAMI 6,5 – Molti più interventi difensivi invece per lo Svizzero, che aiuta molto la sua squadra in fase di recupero palla.

ZUNIGA 7 – Ottima la gara del Colombiano, che sebbene non abbia inciso in maniera determinante in attacco, ha chiuso molto bene sulla sua fascia, costringendo Piris a puri compiti difensivi.

MAGGIO 6 – Il goal gli garantisce la sufficienza, ma è un altro giocatore rispetto a quello di un anno e mezzo fa. Non si annovera neanche una discesa sulla fascia dell’esterno destro.

PANDEV 7 – Gioca un primo tempo di grande livello. E’ il regista d’attacco della squadra di Mazzarri. I suoi palloni per Cavani sono spesso illuminanti, e inoltre difende il pallone come pochi alzando il baricentro della squadra.

HAMSIK 6,5 – Il Capitano (in assenza di Cannavaro) parte bene poi si perde. Sciupa una clamorosa occasione nel secondo tempo e probabilmente se ne starà ancora rammaricando.

CAVANI 9 – Come ogni partita che conta al San Paolo, il Matador c’è sempre. De Laurentiis festeggia con tutto il popolo partenopeo per la tripletta (settima in carriera) dell’uruguagio. Anche se la clausola rescissoria, seppur alta, fa sempre più paura. Finiti gli aggettivi per lui.

ROMA

GOICOECHEA 5.5 – Poca colpa sui goal Napoletani, tranne sul terzo di Cavani, quando la palla gli passa sotto le gambe.

BALZARETTI 6,5 – Sulla fascia destra riesce sempre a pungere, ma i suoi cross non riescono ad essere mai efficaci. In ogni caso crea molto scompiglio.

CASTAN 6 – Individualmente si vede che ha molte qualità. In molti recuperi ha sempre la meglio, ma l’attacco del Napoli è troppo per lui.

BURDISSO 5 – Si deve riconquistare il posto da titolare dopo che il giovane Marquinhos l’ha scalzato. Brutta serata per l’argentino, che non gioca con convinzione. Evidentemente la gavetta non gli giova granché.

PIRIS 6 – E’ costretto a dover gestire molti uno contro uno con Cavani ed il più delle volte riesce a fermarlo. In netta crescita rispetto all’inizio di stagione.

BRADLEY 5,5 – Diversi palloni transitano per il vertice basso giallorosso che non sempre riesce a gestirli al meglio.

PJANIC 6 – La qualità si vede, partita leggermente confusa a centrocampo, ma lui riesce comunque a farsi vedere in avanti.

DE ROSSI 4,5 – Gara molto negativa di capitan Futuro che non riesce ad esprimersi a buoni livelli. Soffre molto a centrocampo contro Behrami ma in generale non riesce a recuperare molti palloni.

DESTRO 4,5 – Partita difficile per l’ex Siena, che però è davvero innocuo in avanti. Spreca diverse occasioni, continuando a confermare la sua stagione fin qui negativa. Forse la posizione in cui viene schierato incide.

TOTTI 6 – Quando la palla è ai suoi piedi sempre c’è qualche speranza. Cerca di illuminare i compagni, ma non tutti gli stanno dietro.

LAMELA 4 – Invisibile questa sera l’argentino. Sulla fascia destra riceve qualche pallone, ma mai un’accelerazione, od uno dei suoi inserimenti propiziano positività per la Roma.

 a Cura di Walter Molino

Share Button