Vincenzo Galdieri

Juventus-Sampdoria 1-2: bianconeri supponenti, Icardi super. Le pagelle

Juventus-Sampdoria 1-2: bianconeri supponenti, Icardi super. Le pagelle
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Conte, allenatore della Juventus

Antonio Conte, allenatore della Juventus

JUVENTUS

BUFFON 5 – Le giornate storte capitano a tutti, anche ai migliori. Sul primo gol di Icardi è colpevole, sul secondo poteva fare poco più. Ha le spalle forti, si riprenderà da quest’errore.

BARZAGLI 6 – Partita con pochi affanni e pochi squilli.

BONUCCI 6,5 – Autorevole ed elegante all’inizio, stoico alla fine quando nonostante l’infortunio rimane in campo a combattere. Prova positiva, non ha colpe nella sconfitta.

PELUSO 5 – Stecca la prima, perchè è troppo impreciso e forse troppo emozionato.

PADOIN 6 – Motorino inesauribile, svolge il compitino senza andare oltre.

MARCHISIO 6,5 – Ci mette grinta e classe, nel finale rimane in campo nonostante un infortunio che consiglierebbe di star fuori ed aggrava la sua situazione: la Juventus attende con ansia di sapere se e per quanto dovrà rimanere ai box.

PIRLO 6 – Lucido fino all’ultimo, ma non abbastanza per innescare il guizzo vincente.

POGBA 5,5 – Un mix tra classe e pressappochismo, in quest’occasione. Delizia la platea con qualche tocco d’alta scuola, ma a livello di sostanza il suo apporto è rivedibile. Dal 71′ GIACCHERINI 6 – Entra bene e porta un po’ di vivacità.

DE CEGLIE 5,5 – Non riesce ad incidere e la differenza con Asamoah si sente: deve trovare fiducia in se’ stesso. Dal 61′ VUCINIC 6,5 – Scuote la gara con i suoi proverbiali strappi e con la sua qualità. La traversa colpita a metà ripresa grida ancora vendetta.

MATRI 5 – Crea poco, l’unica volta in cui è veramente pericoloso viene disturbato da Palombo in piena area: l’arbitro lascia correre, ma i dubbi sono parecchi.

GIOVINCO 6,5 – Gol a parte, è il migliore dei suoi. Sempre nel vivo dell’azione, nel finale ha il demerito di non essere troppo lucido in alcune situazioni. Ma sta crescendo sempre più.

All. CONTE 6 – Stavolta non riesce a trasmettere il suo carattere alla squadra, che appare molle, priva di nerbo e troppo innamorata di se’ stessa. E’ la prima sconfitta in campionato con lui in panchina. In settimana proverà a ricordare ai suoi giocatori che con la supponenza non si va da nessuna parte: bisogna avere fame e determinazione, sempre.

SAMPDORIA 

ROMERO 7 – Straordinario in un paio di occasioni, si conferma portiere di livello assoluto.

GASTALDELLO 6,5 – Tiene a bada bene i quotatissimi avversari, e non era compito facile.

PALOMBO 6,5 – Torna in grande stile, mettendo ordine e garantendo qualità e quantità. Un grande acquisto a costo zero per la Sampdoria.

COSTA 6,5 – Essenziale, perchè raramente prova a costruire l’azione da dietro. Ma sempre concentrato e sul pezzo.

KRSTICIC 6,5 – Prova di grande dinamismo, encomiabile. Dall’80’ TISSONE sv

BERARDI 4,5 – Si fa espellere e rischia di far andare in barca i suoi. Ma i compagni reagiscono che meglio non si può.

OBIANG 7 – Sublime per come orchestra la manovra doriana. Prova importantissima davanti ad una delle sue principali ammiratrici, quella Juve che non vedrebbe l’ora di inserirlo nell’organico a partire dalla prossima stagione.

POLI 6,5 – Dispensa intelligenza tattica in ogni dove, fa una bellissima figura.

ESTIGARRIBIA 6 – Si batte alla grande, poi è costretto ad uscire. Dal 46′ DE SILVESTRI 6 – Si destreggia bene sulla fascia che deve presidiare.

EDER 7 – Con i suoi dribbling mette spesso in difficoltà Peluso, prova vicina all’eccellenza.

ICARDI 8 (IL MIGLIORE) – Fare due gol allo Juventus Stadium e battere in casa propria la squadra più forte d’Italia non è roba da tutti i giorni. Icardi vive una giornata da sogno e fa innamorare definitivamente i tifosi blucerchiati: è nato un nuovo idolo.

All. DELIO ROSSI 8 – Va a vincere in casa della Juve con una prova fatta di grande attenzione e di spettacolare intensità. Non gli rovina i piani nemmeno l’espulsione di uno dei suoi giocatori, che sortisce l’effetto contrario: gli altri si caricano a mille e vanno a fare l’impresa. Con lui in panchina la Samp può scalare la classifica.

A cura di Vincenzo Galdieri 

 

 

Share Button