Antonio Fioretto

Juventus-Sampdoria 1-2: Icardi usurpa lo Stadium

Juventus-Sampdoria 1-2: Icardi usurpa lo Stadium
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Incredibile prestazione dei blucerchiati che battono la Juve con un uomo in meno. Icardi fenomeno

Juventus-Sampdoria 1-2 Mauro IcardiTORINO, 6 GENNAIO – Sembrava un match dai tre punti facili e invece la sosta c’ha messo lo zampino. Buona prestazione dei bianconeri, ma non brillantissima. In vantaggio e con un uomo in piu si fa rimontare allo Juventus Stadium dalla splendida doppietta di Icardi. Bianconeri che restano fermi a 44 punti, Samp che va a . Per la Juve brutto colpo anche l’infortunio di Marchisio. Ecco il film della partita .

Conte schiera il consueto 3-5-2, lanciando subito il neo acquisto Peluso. Sugli esterni De Ceglie prende il posto di Asamoah, partito per la Coppa d’Africa, mentre Padoin rimpiazza lo squalificato Liechtesteiner. In mezzo, Pogba preferito a Vidal. Delio Rossi, dal canto suo, sceglie la formazione a specchio : 3-5-2 con Palombo centrale di difesa e la coppia Eder – Icardi in attacco. A centrocampo, Obiang, Krsticic e Poli compongono un trio di giovani desiderati da tutta Europa.

PRIMO TEMPO I blucerchiati partono molto alti, con l’intento di tenere lontani dalla propria area di rigore gli attaccanti bianconeri. Juve che inizia col solito piglio intenso e grintoso. Al 4′ primo pericolo portato dagli uomini di Conte : cross tagliato di De Ceglie dalla sinistra, Giovinco non c’arriva d’un soffio e Romero blocca. Un minuto dopo ancora bianconeri in avanti, scambio tra Matri e Giovinco, cross della formica atomica troppo all’indietro. La Madama macina gioco con continuità, con Giovinco sugli scudi. Al 10′ occasione Juve : bella giocata di Padoin sulla destra che salta secco Poli, palla bassa all’ indietro ma l’attaccante juventino spreca spedendo la palla alta col destro. Juve ordinata, ma non furiosa. Samp intimidita, ma equilibrata. Pirlo insolitamente lasciato solo, riesce a giostrare giocate e passaggi a suo piacimento, trovando sempre uno degli esterni liberi, in particolare De Ceglie. Al 17′ si vede la Samp in avanti, con un sinistro di Poli poco insidioso, parato facilmente da Buffon. Al 20′ occasionissima Juve : destro di Pogba dalla distanza, tiro deviato sui piedi di Giovinco che stoppa e tira con immediatezza, ma trova il gran riflesso di Romero che con la mano di richiamo sventa il pericolo. Al 22′ rigore per la Juve. Costa abbatte Marchisio in area di rigore, dopo una gran serie di finte del centrocampista bianconero. Dagli 11 metri va Giovinco, che realizza con una conclusione imparabile : 1-0 Juve. Bella reazione della Sampdoria che prova con un’azione insistita a scardinare il muro difensivo bianconero, senza però riuscirci. Al 28′ tocco di Pirlo alla Mozart per Giovinco, cross teso dalla destra con Pogba che sfiora il pallone di un soffio e non riesce  ribadirlo in rete. Sul seguente corner, batti e ribatti in area di rigore con Romero che blocca la sfera sulla linea. Al 31′ seconda ammonizione per Berardi, che viene quindi espulso per fallo su Barzagli. Espulsione abbastanza netta. Si fa dura per i blucerchiati, sotto di un gol e in inferiorità numerica allo Juventus Stadium. Al 34′ rigore chiesto dalla juve. Palombo atterra Matri in area di rigore, da rivedere. L’attaccante juventino era a tu per tu con Romero. Juve che imperterrita continua ad attaccare e a provare il gol del ko. Ci prova Marchisio dai 25 metri senza fortuna. Al 39′ gran giocata di Giovinco, che salta Costa con l’ elastico e guadagna un calcio di punizione, poi non sfruttato da Pirlo. Quando la squadra di Conte riesce a giocare di prima è uno spettacolo, seppur con un uomo in piu. La Samp fa fatica, ma al 43′ trova un calcio di punizione dai 20 metri per fallo di Pirlo su Poli. Il sinistro di Estigarribia esce di un soffio, con Buffon immobile. Altro rigore chiesto dai bianconeri al 45′ per cintura di Gastaldello su Bonucci, non sanzionata. La prima frazione termina 1-0. Samp che resta aggrappata al match, Juve che conduce con merito, anche se senza la solita brillantezza.

SECONDO TEMPO Rossi sostituisce Estigarribia con De Silvestri. Ma la Juve parte forte, con due cross in un minuto e due potenziali occasioni. Al 47′ lancio illuminante di Pirlo per Matri, anticipato all’ ultimo da Gastaldello. Difficile per la Samp trovare azioni valide per il pareggio. Al 52′ bianconeri gelati. Lancio di Krsticic di 40 metri per Icardi che tira di destro e batte Buffon, tutt’ altro che esente da colpe. E’ 1-1. La Juve non riesce a reagire con la solita verve. I bianconeri circumnavigano la difesa di Rossi, senza però riuscire ad infilarla. Conte cambia tutto : dentro Vucinic e Quagliarella, fuori De Ceglie e Matri, e passaggio al tridente. Al 62′ però occasione per i blucerchiati con Eder che crossa all’indietro per Poli che però al volo sciupa. Juve ora all’ assalto del fortino difensivo blucerchiato. Al 64′ gran ripartenza della Samp che paradossalmente gioca meglio in 10. Eder si fa tutto il campo e poi conclude centralmente tra le mani di Buffon. Al 66′ Pogba si gira alla grande su assist di Marchisio, ma conclude a lato. Al 68′ accade l’incredibile o forse l’ impossibile : ancora Icardi trafigge Buffon su assist di Obiang e rete del 2-1 per la Samp. Lo Juventus Stadium incita i bianconeri, ora in difficoltà, sotto di un gol seppur in superiorità numerica. Al 72′ incredibile traversa di Vucinic che va a botta sicura su sponda di Quagliarella ma trova il legno. Juventus alla disperata ricerca del gol. Al 77′ altra super occasione per Vucinic, che a 1 m dalla porta nn riesce per un secondo a ribadire in rete un colpo di testa di Quagliarella. Marchisio stoico termina il match nonostante un infortunio al ginocchio. Al 84′ rigore richiesto dai bianconeri per fallo su Giovinco. Episodio dubbio. Un minuto dopo gran sinistro di Padoin, para Romero. L’ultima opportunità per i bianconeri è un colpo di testa di Peluso, alto.

TABELLINO

Juventus (3-5-2): Buffon 5,5; Bonucci 5,5, Barzagli  6,5, Peluso 6; Padoin 6,5, Pogba 5,5 (dal 70′ Giaccherini 6) , Pirlo 6, Marchisio 6,5, De Ceglie 6 (dal 61′ Vucinic 6) ; Matri 5,5 (dal 61′ Quagliarella 6), Giovinco 6,5.
A disp.: Storari, Marrone, Isla, Caceres, Vidal , Branescu, Vucinic. All.: Conte
Squalificati: Lichtsteiner (1)
Indisponibili: Pepe, Chiellini, Bendtner, Asamoah (coppa d’Africa)

Sampdoria (3-5-2): Romero 6; Gastaldello 6,5, Palombo 5,5, Costa 5,5; Berardi 4,5 , Obiang 6,5, Poli 7, Kristicic 6,5 (dal 79′ Tissone) , Estigarribia 6 (dal 45′ De Silvestri 6,5); Eder 7 (dal 76′ Munari), Icardi7,5.
A disp.: Berni, Da Costa,Castellini, Mustafi, Poulsen, Rossini, Tissone, Renan, Savic. All.: Rossi
Squalificati: Soriano (1)
Indisponibili: Maxi Lopez, Maresca, Pozzi

Antonio Fioretto

Share Button