Redazione

Serie B, 22° Giornata: Empoli in zona Playoff

Serie B, 22° Giornata: Empoli in zona Playoff
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sassuolo ed Hellas Verona riprendono la corsa. Il Livorno frena

Maurizio SarriROMA, 31 DICEMBRE – Completato il giro di boa, la Serie B riprende il cammino verso la Serie A con la prima giornata del girone di ritorno. Tanti risultati importanti ed altrettanti i movimenti in classifica. La copertina, quest’oggi, se l’è guadagnata sicuramente l’Empoli come squadra: si parlava, tempo fa, di un Maurizio Sarri in bilico perché i risultati non arrivavano ed invece ora i toscani sono in zona Palyoff.

Il Sassuolo riprende il suo cammino verso la serie A con un roboante 5-0 sul Cesena: Boakye, Troianiello, Berardi, Bianchi e Masucci sul rigore, firmano le reti dei neroverdi. Il Livorno, invece, dopo aver battuto la capolista, impatta 2-2 con la Juve Stabia, squadra mai doma che non si accontenta mai come il suo allenatore Braglia: i labronici vanno in vantaggio con Dionisi, ma il al primo minuto del secondo tempo pareggia Marco Cellini; gli stabiesi vanno addirittura in vantaggio con Di Cuonzo su rigore ma ci pensa Siligardi a fissare il punteggio sul 2 pari. Vince invece l’Hellas Verona di Mandorlini contro il Modena in quel del “Bentegodi”: gli ospiti vanno in vantaggio con un’autorete di Maietta dopo 2 minuti di gioco, gli scaligeri però ripristinano la situazione con Cacia, autore di una doppietta, e Jorginho che fissa il punteggio sul 3 -1 finale.

Al quarto posto, come detto, c’è la sorpresa Empoli che va a vincere 3-0 al “Granillo” contro la Reggina che ha perso l’orientamento e non riesce ad ottenere un filotto di risultati utili per uscire dai bassifondi della classifica: doppietta di Tavano e gol di Maccarone regalano la zona playoff ai toscani. 5, invece, sono le reti che il Brescia realizza contro il Crotone: Salomon, De Maio, Mitrovic, Corvia e Picci firmano il successo che permette alle Rondinelle di mantenersi in quota. Impatta 1-1 il Varese contro l’Ascoli al “Del Duca”: padroni di casa in vantaggio con il solito Zaza, ospiti che pareggiano con Rea.

Esce sconfitto dal “Guido Biondi” il Padova del tecnico Franco Colomba: dopo la vittoria nella sua prima uscita con il nuovo tecnico appunto, i patavini subiscono la rimonta della Virtus Lanciano: Padova in vantaggio con De Vitis, frentani che pareggiano dopo appena due minuti con Amenta e poi mettono la freccia con Paghera. Pareggia invece il Cittadella contro il Bari: padroni di casa in vantaggio con Robert Maah, galletti che pareggiano con Bellomo.

Bella prova di carattere dello Spezia che va a vincere a Vicenza per 3-2. Aquilotti in vantaggio con Porcari e Benedetti, i biancorossi tentano la rimonta e vanno a segno con Martinelli. Ci pensano poi Di Gennaro per lo Spezia e Malonga su rigore per i vicentini, a fissare il punteggio sul 2-3 finale. Vince anche la Ternana di Mimmo Toscano contro una Pro Vercelli sempre più in crisi di risultati, che non riesce a sbloccarsi. Umbri in doppio vantaggio con Alfageme e Litteri, piemontesi che accorciano le distanze su un discutibile rigore trasformato da Tiribocchi. La Ternana è vigile e ristabilisce la situazione con una doppietta del terzino sinistro Vitale, di cui una su rigore. Ci pensa poi Zigoni, per la Pro a fissare il punteggio sul 4-2 finale. Infine, il Novara sembra aver trovato il passo giusto per risalire la classifica vincendo 2-0 sul Grosseto grazie alla reti di Pesce e Lazzari.

Alla luce di questi risultati, ecco la classifica alla 22° Giornata: Sassuolo 51; Livorno 47; Hellas Verona 43; Empoli 33; Modena 32; Brescia 31; Varese, Juve Stabia, Padova, Cittadella 30; Spezia, Ascoli 28; Ternana 25; Bari 24; Novara, Reggina, Crotone, Virtus Lanciano 22; Cesena 21; Vicenza 19; Pro Vercelli 15; Grosseto 11.

La classifica marcatori recita: Sansovini (Spezia) 14; Cacia (Hellas Verona) 13; Ardemagni (Modena), Siligardi (Livorno) 12; Zaza (Ascoli) 11; Gonzalez (Novara), Sforzini (Grosseto), Tavano (Empoli) 10; Boakye (Sassuolo), Caputo (Bari), Paulinho (Livorno), Succi (Cesena) 9.

Massimiliano di Cesare

 

 

 

 

 

Share Button