Connect with us

Football

Serie A, lotta salvezza: chi resterà in A?

Pubblicato

|

23 APRILE 2012 – Mancano cinque giornate al termine del campionato e la lotta per non retrocedere in Serie B si fa davvero infuocata. Colpa (o merito) del Lecce di Serse Cosmi che nelle ultime gare è riuscita ad accorciare sensibilmente il proprio margine di distacco dalla quart’ultima in classifica e ora si trova ad un solo punto dal Genoa. Ma andiamo con ordine, cercando di analizzare le gare che restano da disputare alle squadre coinvolte nella lotta salvezza. Non ce ne vogliano i tifosi di Cesena e Novara ma le due squadre possono solo aggrapparsi alla matematica che ancora lascia una piccolissima speranza al miracolo anche se la sorte dei due club sembra ormai scritta.

LECCE, 35 punti – Gli uomini di Cosmi sono attesi da un finale di stagione che si preannuncia molto difficile: Napoli, Parma, Juventus, Fiorentina e Chievo saranno gli avversari che i giallorossi dovranno affrontare in quest’ultimo periodo. Dalla loro parte però i pugliesi potranno contare sulla voglia di restare nella massima serie e metteranno in campo quella cattiveria agonistica che ha permesso loro di recuperare molti punti in classifica. Saranno fondamentali le partite che i leccesi disputeranno al Via del Mare (contro Napoli Parma e Fiorentina) quando potranno fare affidamento sul proprio pubblico. A parte la trasferta di Torino che sulla carta appare proibitiva, il Lecce dovrà cercare di ottenere il massimo contro Parma e Chievo (ormai quasi salve) e nello scontro diretto contro la Fiorentina.

GENOA, 36 punti – Il Grifone, causa ultime partite a dir poco disastrose, ha visto materializzarsi davanti ai propri occhi quel pericolo retrocessione che fino a pochi mesi fa sembrava un problema di altre squadre. La compagine di Malesani dovrà affrontare Milan, Bologna e Udinese in trasferta e Cagliari e Palermo tra le mura amiche. Contro il Milan invischiato nella lotta scudetto e l’Udinese alla ricerca di un posto in Europa sembra obiettivamente difficile che il Genoa possa riuscire ad ottenere punti, considerando anche le ultime prestazioni dei rossoblu e l’aria di tensione che si respira nell’ambiente. La squadra ligure dovrà sudarsi la permanenza in Serie A nelle altre partite anche se sarà fondamentale un cambio di rotta da parte di tutti i giocatori che nelle ultime uscite sono apparsi quasi demoralizzati dalla situazione che stanno affrontando in questo periodo.

CAGLIARI, 38 punti – Stagione altalenante quella dei ragazzi di Ficcadenti che, causa ultime brillanti prestazioni del Lecce, si ritrovano con soli tre punti di vantaggio sui giallorossi terzultimi. Catania, Chievo, Genoa, Juventus, Fiorentina le prossime sfide. Probabilmente i sardi saranno costretti a disputare tutte le gare in “trasferta” dato che le sfide con Catania Chievo e Juventus (che il Cagliari dovrebbe giocare in casa) sembra si disputeranno al Nereo Rocco di Trieste. Non sarà quindi semplice la volata salvezza per i rossoblu che dovranno affrontare due squadre che in questo campionato stanno facendo benissimo, Catania e Chievo, e la Juventus che non potrà lasciare punti per strada in vista del rush finale con il Milan. I due scontri diretti con Genoa e Fiorentina saranno probabilmente i match in cui si deciderà il futuro del Cagliari.

FIORENTINA, 38 punti – Nessuno avrebbe potuto credere a inizio stagione che la Fiorentina potesse trovarsi in una simile condizione di classifica a 5 giornate dal termine. Ma il bello del calcio è proprio questo e quindi anche una squadra come i viola, costruita ad inizio anno per ben altri obiettivi, si trova costretta a lottare con tutte le proprie forze per garantirsi un futuro in serie A anche il prossimo anno. I gigliati se la vedranno con Roma, Atalanta e Lecce in trasferta mentre affronteranno Novara e Cagliari tra le mura amiche. Almeno sulla carta il cammino non sembra proibitivo: il Novara verosimilmente sarà già retrocesso quando le squadre si incontreranno. Le trasferte di Bergamo e Lecce saranno decisive per Jovetic e compagni.

ATALANTA, 40 punti – Inseriamo nella lotta salvezza anche “gli orobici” che, se non fosse per la penalizzazione, a quest’ora sarebbero ben più tranquilli a 46 punti. Straordinario dunque il campionato dei bergamaschi che però devono ancora cercare di ottenere qualche punto per riconfermare la loro partecipazione al campionato di Serie A del prossimo anno. I ragazzi di Colantuono affronteranno Chievo, Fiorentina, Milan, Lazio e Juventus in questo finale di stagione. Saranno fondamentali dunque le prime due sfide con Chievo (ormai salvo) e Fiorentina per poter poi disputare senza pressioni le difficilissime sfide con le prime tre della classifica.

Mai come quest’anno la lotta per la salvezza è risultata così incerta. La fatidica quota 40 punti difficilmente basterà a garantire la permanenza nella massima serie. Anche Bologna, Parma e Palermo quindi, tutte attualmente a 41 punti, non possono di certo dormire sonni tranquilli. Il calcio ci ha sempre riservato grandi colpi di scena, staremo a vedere cosa accadrà quest’anno.

a cura di Matteo De Angelis

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending