Azio Agnese

Polveriera Palermo, tutti sotto accusa: correre ai ripari per evitare il disastro

Polveriera Palermo, tutti sotto accusa: correre ai ripari per evitare il disastro
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La squadra di Gasperini ha chiuso il 2012 con una cocente sconfitta ed è uscita sotto i fischi dei propri tifosi. Urgono rinforzi nel mercato di gennaio

zamparini

PALERMO, 24 DICEMBRE – Piovono fischi sul Palermo e su tutta la società, frutto dei risultati negativi e della classifica deficitaria, la peggiore da quando la compagine rosanero è tornata nella massima serie. I fischi di sabato pomeriggio non sono figli della netta sconfitta contro la Fiorentina ma vengono da molto lontano, già in estate la scelta di Sannino aveva destato qualche preoccupazione nella mente dei tifosi aggiungendo anche una campagna acquisti non all’altezza di una squadra da serie A.

Pronti via Sannino viene esonerato (con lui lascia anche Perinetti), viene scelto per la sostituzione Gasperini, nel frattempo a mettere ordine ad una società in difficoltà arriva Lo Monaco vero colpo a sorpresa, ma i risultati continuano a non arrivare gettando nello sconforto il pubblico palermitano che sabato a fine partita ne ha per tutti, viene contestato anche Zamparini reo di non aver rafforzato adeguatamente la squadra in estate e di non avere più interesse nel progetto, si salvano sono Miccoli e Brienza, gli unici ad andare a raccogliere i fischi sotto la curva scusandosi con i tifosi per gli scarsi risultati. Urgono interventi importanti, puntellare una squadra che in alcuni interpreti sembra non essere all’altezza della situazione e lo dimostra anche lo score dei goal segnati (appena 15 goal in 18 partite).

MERCATO IN FERMENTO – Servono uomini di categoria per raddrizzare un annata che sembra nata storta, Lo Monaco avrà il duro compito di rafforzare la squadra ma il mercato di gennaio non è mai semplice.

Il primo colpo è Aronica che andrà a rinforzare un reparto che ha bisogno di personalità, in attacco Immobile è la prima scelta e c’è già un accordo con il Genoa, ma proprio in casa del grifone si è aperta la grana Borriello (l’attaccante ha litigato prima di Inter-Genoa con il direttore sportivo Rino Foschi ed è stato escluso dalla lista dei convocati), quindi la situazione è in constante evoluzione.

A centrocampo, l’A.d. rosanero sta pescando in Argentina, è forte l’interesse per Guido Pizarro del Lanus, centrocampista dai piedi buoni e nel giro della nazionale argentina. Potrebbero esserci novità anche in porta, vivo è l’interesse per Sorrentino del Chievo anche se la destinazione gradita al giocatore clivense sarebbe Bologna per poter riabbracciare il suo ex allenatore Pioli.

Azio Agnese
Twitter: @Azio82

Share Button