Redazione

Spettacolare Malaga-Real Madrid 3-2: Santa Cruz stende Mourinho

Spettacolare Malaga-Real Madrid 3-2: Santa Cruz stende Mourinho
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

joaquin malaga milan championsMALAGA, 22 DICEMBRE – Va di scena in quel di Malaga l’ultimo turno di questo 2012 per quanto concerne la Liga Spagnola. Di fronte la rivelazione del girone di Champions del Milan, che solo ieri ha saputo di dover rinunciare alla partecipazione alle coppe per la questione “Fair Play Finanziario” e il Real Madrid di José Mourinho, in piena crisi di gioco e di risultati.
Le formazioni iniziali vedono un esperimento per il tecnico portoghese che inserisce dal primo minuto Essien sulla linea difensiva nel ruolo di esterno destro. Questa scelta porta la formazione madrilena a presentarsi, durante le azioni di gioco, con un più semplice 3-4-2-1 con l’ex Chelsea abile a scalare sulla linea di mediana. In campo dal primo minuto l’ex di turno, quale Javier Saviola.
Nel primo tempo gara equilibrata con le squadre che si studiano nel primo quarto d’ora. Poi sono gli ospiti a cercare l’affondo con più decisione, anche per motivi di classifica. Ma i padroni di casa si difendono con ordine e cercano di pungere in fase di ripartenza. E, così, tra una ripartenza e un contrasto a centrocampo, si chiude la prima frazione di gioco avara di emozioni.

Nella ripresa è subito il Malaga a colpire: Joaquin si invola sulla destra, lato in cui il Real Madrid soffre più del dovuto, e serve una palla invitante per Isco che, d’astuzia, trafigge Adan. E’ il gol del vantaggio casalingo, meritato anche per quanto visto nella prima parte di gara. Il Malaga cerca di raddoppiare giocando di rimessa, Mourinho si gioca il tutto per tutto con gli inserimenti di calciatori offensivi come Calejon e Kaka. Qualche minuto dopo, però, è ancora Joaquin a rendersi protagonista, questa volta nella porta sbagliata. Il calciatore iberico fa e disfa, pareggiando di fatto i conti. Ma il Malaga non ci sta e reagisce subito dopo con Roque Santa Cruz, attaccante paraguaiano appena entrato al posto di Saviola che, di testa, trafigge nuovamente il portiere ospite. Sempre i padroni di casa cercano di colpire trovando “terreno morbido”. Il Real risente dell’immediato gol del Malaga e ne subisce un terzo, con il secondo assist di giornata di Joaquin e il secondo centro, nello spazio di quattro minuti, di Roque Santa Cruz che ha avuto, sulla gara, un impatto devastante. Mourinho non ci sta e grazie alla caparbietà dei suoi ritorna in gara con Karim Benzema che accorcia nuovamente le distanze a dieci minuti scarsi dal termine. Gli ospiti provano a pareggiare i conti con Pepe e Benzema, l’arbitro decreta tre minuti aggiuntivi di recupero in cui gli ospiti cercano in  ogni modo il gol del pareggio.

Si conclude con un boccone amaro un 2012 “amaro” per il Real Madrid e José Mourinho che sembra destinare la stagione alla sfida contro il Manchester United. Vola, invece, la formazione di Pellegrini.

TABELLINO

MALAGA 3
REAL MADRID 2

RETI: 49′ Isco (M), 68′ Joaquin aut. (R), 71′, 74′ Santa Cruz (M), 82′ Benzema (R)

MALAGA (4-2-3-1): Caballero, Gamez, Sanchez, Demichellis, Monreal; Camacho, Portillo Soler (70′ Iturra); Eliseu, Isco, Sanchez (85′ Fernandez); Saviola (65′ Santa Cruz). A disp. Kameni, Buonanotte, Duda, Onyewu.

REAL MADRID (4-2-3-1): Adan, Essien, Ramos, Pepe, Arbeloa (58′ Calejon); Xabi Alonso (80′ Modric), Khedira; Di Maria (64′ Kaka), Ozil, C. Ronaldo; Benzema. A disp. Casillas, Carvalho, Morata, Nacho.

AMMONITI: Ramos (R), C. Ronaldo (R), Pepe (R), Joaquin (M), Khedira (R)
ESPULSI:
NOTE: recupero 1’p.t./3′ s.t.

ANALISI A CURA DI ANTONIO PAVIGLIANITI

Share Button