Antonio Fioretto

Serie A, Cagliari-Juventus 1-3 : Matri e Vucinic stendono i sardi

Serie A, Cagliari-Juventus 1-3 : Matri e Vucinic stendono i sardi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I bianconeri giocano un primo tempo bruttissimo e una ripresa alla ribalta. Cagliari bello e stoico in 10 nel finale. Matri eroe di giornata

PARMA, 21 DICEMBRE -Una gara strana, come se ne vedono poche. Cagliari-Juve ha visto un primo tempo a tinte rosso blu, col gol di Pinilla su rigore. Poi una ripresa totalmente bianconera, col rigore sbagliato da Vidal, l’espulsione di Astori e la doppietta di Matri. Damato completamente fuori luogo, non in grado di tenere la gara tra le mani. Alla fine, la Juve conquista tre punti difficilissimi e pesantissimi. Il Cagliari, autore di una gran partita in toto, vede sfumare in modo impotente la gara dalle mani.  Eroe di serata un ritrovato Matri.

PRIMO TEMPO  Pulga sorprende un pò tutti, schierando un tridente pesante con Ribeiro, Sau e Pinilla e con l’esclusione di Cossu. In difesa, il giovane Murru preferito ad Avelar come terzino sinistro. Conte invece lascia fuori il febbricitante Vucinic (in panchina) e schiera dal primo minuto il duo Giovinco-Quagliarella. Partono bene i sardi con due ripartenze veloci mal sfruttate. Thiago Ribeiro dimostra subito la motivazione della sua presenza in campo : incollato su Pirlo. I bianconeri incontrano qualche difficoltà nella manovra, ma trovano sempre disimpegni perfetti in fase difensiva. La Juve cresce dal 6′ in poi, con Quagliarella che viene sempre bene incontro ai propri centrocampisti per poi areare il gioco sugli esterni. Cagliari corto, organizzato che difende bene. Al 14′ episodio decisivo in area di rigore : l’arbitro Damato fischia un calcio di rigore dubbio a favore del Cagliari, per atterramento di Vidal su Sau. Pinilla dal dischetto non sbaglia e porta i sardi in vantaggio. La Juve tenta subito la reazione con un cross insidioso di Asamoah sul quale nè Giovinco nè Quagliarella arrivano. Juve che fatica a trovare velocità. Al 23′ punizione di Pirlo dai 25 metri senza esito. Damato al 24′ nega un’evidente punizione dal limite alla juve per atterramento di Lichtesteiner. Al 27′ ammonito Vidal per un fallo molto dubbio su Pinilla. Il Cagliari continua con un pressing asfissiante che mette la juve in difficoltà. Al 31′ lancio chilometrico di Bonucci per Quagliarella che gira col sinistro di prima battuta, palla alta. I sardi spesso e volentieri ricorrono al fallo tattico per limitare le ripartenze bianconere. Rosso blu autori di una gara attentissima e perfetta dal punto di vista tattico. Al 43′ ci prova Pirlo col sinistro da fuori, tiro centrale e facile per Agazzi. Primo tempo che termina 1-0 per il Cagliari.

SECONDO TEMPO  Juve che inizia forte la ripresa. Al 47′ cross basso di Lichtesteiner sul quale Astori anticipa Quagliarella all’ ultimo momento. Un minuto dopo, gran sinistro da fuori di Marchisio sugli sviluppi di una punizione, bloccato però  da Agazzi. Al 49′ risponde il Cagliari con un tiro di Pinilla dai 25 metri alto. Passaggio dell’ennesimo Nainggolan, autore di una grande partita. Ma la Juve cresce, di ritmo e di intensità. Al 58′ gran controllo e destro di Sau dal limite, in due tempi para Buffon. I sardi continuano a giocare una gara ordinata, ma allo stesso tempo fallosa. Conte cambia tatticamente, spostando Lichtesteiner come terzo di difesa e inserendo Padoin e Matri. Al 63′ episodio in area di rigore. Angolo di Pirlo, testa di Bonucci sulla traversa, arriva Matri, gran parata di Agazzi e poi Asamoah che ad un metro dalla porta viene sbilanciato da Nainngolan, ma Damato fa proseguire. Un minuto , espulso Astori per doppia ammonizione. Espulso anche Pulga per proteste. Al 68′ Padoin va al destro dal limite dell’area, palla di niente sul fondo. Al 70′ rigore per la Juve. Giovinco atterrato da Del Fabro. Vidal sbaglia clamorosamente dal dischetto, mandando in curva. Partita incredibile, strana e interminabile. Al 74′ la Juve trova il giusto pareggio con tiro di Vucinic, respinge Agazzi e Matri mette dentro in tapin. La Juve che sembra non accontentarsi, ora in pareggio e con un uomo in più. Matri ci riprova al 77′ con un destro da fuori parato da Agazzi. I bianconeri continuano a giocare, cercando il gol vittoria. Gli ultimi 20 minuti bianconeri sanno di assedio. Il Cagliari deve far fronte anche all’ infortunio di Ekdal a sostituzioni esaurite. Al 88′  occasionissima per Asamoah che va a botta sicura su cross di Matri, super Agazzi che devia sul palo e poi Vucinic ribadisce sul fondo. Gli uomini di Conte continuano il forcing. Matri non riesce a trovare il tiro. I sei minuti di recupero assomigliano al finale di un poema omerico, con la Juve ad attaccare e il cagliair arroccato nella propria area. E puntuale al 92′ arriva la doppietta incredibile di Matri. Nenè va al rilancio che becca in piano Vidal, palla che arriva pulita pulita a Matri che mette in rete. C’è addirittura tempo per il 3-1 di vucinic, che mette dentro a porta vuota su assist di Giovinco. Il Cagliari termina stremato, ma esce a testa altissima.

TABELLINO

Cagliari, 4-3-1-2 : Agazzi 6; Pisano 6, Astori 5, Ariaudo 6,5, Murru 6 (dal 52′ Perico 5,5) ; Dessena 5,5, Nainggolan 7,5, Ekdal 6,5; Thiago Ribeiro 5,5 (dal 77′ Nenè ); Pinilla 6,5, Sau 6,5 (dal 66′ Del Fabro 5) .  A disposizione : Avramov, Rossettini, Avelar, Casarini, Ceppelini, Cossu. Allenatore : Lopez-Pulga

Juventus, 3-5-2 : Buffon 6; Barzagli 7, Bonucci 6,5, Caceres 5,5 (dal 61′ Padoin 6,5) ; Lichtsteiner 6(dal 72′ Vucinic 7), Vidal 5, Pirlo 6, Marchisio 6, Asamoah 6; Quagliarella 5,5 (dal 60′ Matri 7,5) , Giovinco 6. A disposizione: Storari, Rubinho, De Ceglie, Marrone, Pogba, Giaccherini, Isla. Allenatore : Conte

Gol: 15′ Pinilla rig. , 74′ Matri (J), 92′ Matri (J)

Ammoniti: Ariaudo (C), Vidal (J), Murru (C), Astori (C), Lichtesteiner (J), Dessena (C), Pisano (C)

Espulsi : Astori (C), Pulga (C)

Antonio Fioretto

Share Button