Connect with us

Champions League

Champions League ed Europa League: i pericoli per le italiane

Pubblicato

|

logo Champions League
logo Champions League

Il logo della Champions League

NYON, 17 DICEMBRE – Le Coppe europee entrano nella loro fase più calda: chiusi i gironi, si passa all’eliminazione diretta ed ogni formazione aspetta di conoscere il proprio avversario, tra speranze, ansie e timori. Alle 11.30 si saprà il sorteggio di Champions, alle 16 quello di Europa League.

MILAN E JUVENTUS – Le due italiane passate in Champions potrebbero avere sorteggi molto differenti: la Juventus in teoria è avvantaggiata, da prima del suo girone, ma potrebbe trovare un Real Madrid raramente così agguerrito, visti i deludenti risultati nelle competizioni nazionali. Il Milan potrebbe trovare invece l’abbordabile Schalke, rischiare il peggio con il Barcellona oppure sfidare il proprio passato nei volti di Ancelotti, Leonardo, Ibrahimovic e Thiago Silva, tutti al comando della corazzata Psg. Ricordiamo la formula: le prime di ogni girone affrontano le seconde, con due limitazioni: non possono scontrarsi subito squadre della stessa federazione (es: il Milan non potrà essere abbinato alla Juventus)  nè squadre che hanno giocato nello stesso girone nella fase precedente (non ci potrà essere, ad esempio, almeno come prima sfida, un nuovo Milan-Malaga).

NAPOLI, INTER E LAZIO – Due seconde classificate ed una prima, ma la squadra di Petkovic, a dispetto della migliore classifica, potrebbe anche imbattersi nell’Atletico Madrid detentore del titolo. Stessi rischi, invece, e Napoli ed Inter: da evitare Chelsea, Lione e Liverpool, più abbordabili, ma solo in apparenza, il Dnipro (per l’Inter, perchè il Napoli l’ha già avuto nel suo girone) il Genk e il Metalist.

Modestino Picariello

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending