Orazio Rotunno

Calciomercato Milan, il Corinthians fa sul serio: con Pato è addio

Calciomercato Milan, il Corinthians fa sul serio: con Pato è addio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pato lascia Milanello

Pato, aria d’addio

MILANO, 18 DICEMBRE – Siamo ai saluti caro Pato. Il Corinthians ha messo sul piatto 15 milioni di euro cash ed il Milan non ripeterà l’errore di 13 mesi fa, quando rifiutò all’ultimo secondo 35 milioni di euro dal Psg. Una svendita a distanza di un anno che ha radici antiche e sempre più profonde. Continui malanni fisici, scarsa resistenza mentale a pressione dell’ambiente e distrazioni extra probabilmente anch’esse influenti. Doveva essere il craque mondiale scoperto dai rossoneri, e per un paio di anni lo è stato, fino all’inesorabile e continua caduta. 

MILAN-PATO: STORIA DI UN AMORE FINITO – Ha rappresentanto per anni prima i sogni, poi la realtà, fino ad essere speranza di tutti i tifosi rossoneri. Oggi il papero non segna più, non gioca e non è felice. Non lo è chi lo ha amato sin dal primo giorno, con quell’esordio memorabile bagnato dal gol col Napoli, accanto al suo mito Ronaldo. E si, lui già c’era ed infiammava tutti gli spalti d’Italia fra scatti brucianti e dribbling ubriacanti. Oggi non è neanche lontanissimo parente di quel giocatore devastante, ed è un peccato non solo per il Milan ma per tutti gli amanti del calcio. Da Milan Lab ai centri medici e specialistici più sofisticati al mondo, fra Belgo ed Usa: nessuno è riuscito a capire cosa affliggesse questo ragazzo, cosa ci fosse alla radice dei suoi continui guai muscolari. Oggi ne sta scontando l’ennesimo, è sempre più ai margini e questa volta immaginare una via d’uscita felice sembra utopia. Almeno in maglia rossonera

DA CAMPIONE DEL MONDO…A CAMPIONE DEL MONDO – Lo diventò ad appena 17 anni con l’Internacional di Porto Alegre, segnando in semifinale del Mondiale per Club contro l’Al Ahly. Fu il gol segnato dal marcatore più giovane della storia in competizioni ufficiali FIfa, battendo di cento giorni il record precedentemente detenuto da Pelè ai Mondiali del 1958. In finale vinse col Barcellona, stupendo il mondo intero. Oggi, Alexandre Pato, è vicinissimo al trasferimento in un’altra squadra Campione del Mondo. Il Corinthians di Paulinho, recentemente vittorioso col Chelsea. Un passo indietro per la sua carriera? Forse, anche se il Brasile è da tempo diventato meta di atterraggio e non più di emigranti. I Mondiali in casa del 2014 rappresentano uno stimolo troppo forte per chiunque nato nel Paese verdeoro, superiore anche alla possibilità di affermarsi nel calcio che conta, quello del vecchio continente, per far ritorno nella dolce casa. Il Corinthians ha messo sul piatto la bellezza di 15 milioni di euro per il 50% del giocatore. Una valutazione complessiva di 30 milioni dunque, sufficienti a far vacillare Galliani e soci. L’altra metà resterebbe dunque in possesso dei rossoneri, in attesa magari di farla fruttare sperando in una rinascita del papero. Da non trascurare la presenza dello stesso procuratore Gilmar Veloz, di Pato e dell’allenatore del Corinthians Tite. 

Le basi per la trattativa sono state gettate, il consenso del giocatore c’è. Questa volta l’affare si farà, senza sorprese dell’ultimo minuto? 

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *