Orazio Rotunno

Inter, squalifica a sorpresa: Guarin fermato un turno, immediato ricorso

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Intanto la caccia al vice-Milito prosegue: Pinilla il preferito ma costa troppo. Chamakh il più economico: prosegue il tira e molla con Paulinho

chamakh vice-milito a sorpresa

Chamakh, attaccante dell’Arsenal

MILANO, 18 DICEMBRE – L’Inter si sveglia con una notizia inattesa: Freddy Guarin è stato fermato dal giudice sportivo a seguito delle reazioni veementi di protesta del colombiano al fischio finale di Lazio-Inter, indirizzate in particolar modo verso un assistente. La disparità di giudizio con diverse altre situazioni avvenute quest’anno, in cui gli stessi atti non hanno portato ad immediata squalifica, hanno indotto la società neroazzurra a fare urgente ricorso. Sul fronte mercato Chamakh sembra la pista più conveniente dal punto di vista economico, sebbene non convinca a pieno. Paulinho, neo campione del mondo, oggi sembra sfogliare la margherita a favore dell’Inter. 

GUARIN STOPPATO, L’INTER NON CI STA E MOSTRA I PRECEDENTI – “Squalifica di una giornata al giocatore più ammenda di 5 mila euro per avere al termine della gara , sul terreno di giuoco, assunto un attegiamento aggressivo ed intimidatorio nei confronti di un Assistente, venendo quindi trattenuto ed allontanato da un dirigente della propria Società; infrazione rilevata da un Arbitro Addizionale“. Ecco, sorvolando sull’ultimo punto, evidentemente molto meno lucidi nel rilevare uomini di due metri affossare e trattenere per circa un minuto difensori a cui è impedito il minimo movimento in area, ciò che traspare è una certa disparità di giudizio con episodi passati. Su questo l’Inter punterà in sede di ricorso, così da avere il colombiano a disposizione già dalla prossima gara di sabato con il Genoa a S.Siro. Su tutti, il caso di Catania-Juve: non meno di 5 giocatori bianconeri, oltre quelli della panchina, circondavano con altrettanta veemenza il primo assistente dell’arbitro. Il risultato fu l’annullamento ingiusto del gol, e nessuna squalifica post-partita. 

CHAMAKH AI SALDI, PAULINHO TIRA E MOLLA – Un milione di euro: questa è la cifra sufficente da spendere per garantirsi l’attaccante dei gunners. Economico, ma un motivo se vale così poco ci sarà. Ai margini da oltre un anno e mezzo, partirà senza dubbio a gennaio. Innanzitutto per la Coppa d’Africa, non essendo dunque disponibile per il primo mese ed in più sarebbe inutilizzabile in Europa visto l’impegno con l’Arsenal, seppur minimo, in Champions League. Due motivazioni che allontanano l’Inter dal giocatore, ma la facilità economica con cui si potrebbe arrivare all’egiziano resta una motivazione non da poco. Più costosi Pinilla ed Ibarbo, ma decisamente graditi da tecnico e società. Chi ancora non si sa a che gioco stia giocando è Paulinho: il neo campione del mondo col Corinthians sembra da tempo flirtare con l’Inter, ma tramite i media dimostra l’esatto opposto. Indicazioni della società brasiliana al fine di alzarne il prezzo o sua reale volontà? Il City e Psg sono sulle sue traccie, ma in caso di cessione è certo che l’Inter resti in prima fila visto l’arrivo sul giocatore datato ormai gennaio 2012. 

Tra i 12 ed i 15 milioni la cifra da spendere per far vacillare il club campione del mondo. 

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *