Luca Guerra

Calciomercato Roma: c’è Sissoko per l’infelice De Rossi

Calciomercato Roma: c’è Sissoko per l’infelice De Rossi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo le parole del dg giallorosso Baldini, sembra più vicino l'addio di Capitan Futuro

Moussa Sissoko, obiettivo di mercato della RomaROMA, 17 DICEMBRE- Che Daniele De Rossi non fosse più tra i titolari della Roma edizione 2012/2013 era un po’ il “segreto di Pulcinella” negli ambienti calcistici di questi tempi. Ma che DDR, così come lo chiamano nella Capitale, non fosse più nemmeno felice tra i campi di Trigoria, è storia recente. Dopo la panchina di ieri al “Bentegodi” di Verona (subentrato a Bradley al 23’), dove il suo animo uggioso ben si è compenetrato con la nebbia che ha avvolto la pellicola della sconfitta giallorossa contro il Chievo, sono arrivate sul suo conto le parole del d.g. romanista Franco Baldini, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “E’ ovvio che Daniele non possa essere felice di non giocare- ha spiegato Baldini- però nelle ultime 3-4 partite le scelte di Zeman sono sempre state definite azzeccate. Comunque De Rossi non è meno importante degli altri. La società mette a disposizione la squadra più forte, poi ci sono le scelte dell’allenatore, che ha la legittimità di privilegiare un allenatore oppure un altro. Sono tanti i club ad avere dei titolari che vanno in panchina per un po’”.

UNA SCELTA TECNICA – Scelta tecnica, dunque, esclusivamente tecnica: questa la motivazione alla base dell’esclusione di De Rossi. Evidentemente Zeman ritiene più valido il trio Bradley-Tachtsidis-Florenzi a “capitan Futuro”, e da Parigi, Manchester- sponda City- e Madrid si frenano le mani per accaparrarsi il malinconico Daniele. “Col budget potevamo permetterci un campione indiscusso come De Rossi, ma non mi metto a discutere le decisioni del tecnico” ha chiosato a Verona Baldini. Al momento De Rossi pagherebbe dunque l’adattabilità agli schemi zemaniani, ancor più del pugno rifilato a Mauri un mese e mezzo fa nel derby capitolino.

IL NOME NUOVO DALLA FRANCIA – L’idiosincrasia con Zeman, un amore mai nato che potrebbe costringere alla fine del grande Amore, con la A maiuscola, quello con la Roma. Il possibile sostituto di De Rossi? Viene dalla Francia,  e si chiama Moussa Sissoko, centrocampista del Tolosa già inseguito in estate. Il 22enne nazionale francese è da tempo nel mirino del ds giallorosso, Walter Sabatini, e ora potrebbe approdare alla corte di Zdenek Zeman per la somma di circa 7 milioni di euro. Quindi, il tecnico boemo, si ritroverebbe tra le mani un giovane talento su cui lavorare, al posto di un giocatore già fatto e finito come De Rossi (su cui Zeman sembra non fare più affidamento). L’operazione è fattibile, anche perché con la cessione del centrocampista romano si risparmierebbero 13,5 milioni di monte ingaggio, oltre alla cifra di vendita.

A cura di Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *