Leonardo Andreini

Sopra la panca ballano tutti: Cosmi esonerato, Delneri-Gasp ai titoli di coda?

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Serse Cosmi, Gian Piero Gasperini e Luigi Del Neri, tre nomi diversi con una cosa in comune: la panchina bollente.

FIRENZE 16 DICEMBRE – La 18esima giornata di Serie A è stata senza dubbio critica per tre tecnici, accomunati dal fatto di non essere riusciti a dare un impronta di gioco alle proprie squadre.

Serse Cosmi è stato esonerato a causa del pesantissimo poker esterno subito ad opera della Fiorentina; Luigi Delneri davanti al proprio pubblico non è andato  oltre il pari contro il neopromosso Torino; Gian Piero Gasperini che passa dalle stelle alle stalle in sessanta minuti, riuscendo a farsi raggiungere nel finale dai friulani e uscire dallo stadio con un punto dal sapore di beffa.

COSMI-TIFOSI ROTTURA INSANABILE Si è trattata proprio di una rottura dalla quale il tecnico perugino ne è uscito con le ossa rotte. Il Siena, fortemente penalizzato a inizio campionato per la vicenda calcioscommesse, aveva nelle giornate passate trovato un barlume di gioco che però, da qualche mese a questa parte si è definitivamente spento, e con ieri pomeriggio sono 3 le sconfitte consecutive della Robur. Alle 23.50 è giunto in redazione il comunicato ufficiale della proprietà bianconera: Serse Cosmi non è più l’allenatore del Siene Al posto di Cosmi la famiglia Mezzaroma starebbe pensando di chiamare l’ex doriano Beppe Iachini che, si presume, farebbe carte false per accaparrarsi di nuovo una panchina di Serie A.

DELNERI E UN FEELING MAI SBOCCIATO – Non ci vuole né un diploma, né tantomeno una laurea per capire che Luigi Delneri da quando siede sulla panchina genoana non è praticamente mai uscito con una vittoria limpida, netta, di quelle che consentono ai tifosi di tirare respiro di sollievo. 1 vittoria, 1 pareggio e 7 inesorabili sconfitte;:questo il bilancio ad oggi del tecnico di Aquileia. Per il momento il patron rossoblu non si sbilancia, ma si presume che al fatidico panettone ‘il mister dei miracoli’ clivensi non è detto ci possa arrivare. Al suo posto potrebbe rientrare al Ferraris l’ex De Canio, che però l’ultima volta non si era lasciato affatto bene con il presidente Preziosi. Chissà che il ds genoano non tiri fuori dal cilindro un nome nuovo che possa, si spera per i tifosi del Genoa, risollevare una situazione al quanto drammatica.

GASPERINI E LA COPERTA – Detto così chiunque potrà credere che colui che sta scrivendo l’articolo abbia fatto uso di qualche sostanza stupefacente. Niente di tutto ciò lo possiamo certificare. Parlando del Palermo è inevitabile non parlare delle curiose scelte tattiche del suo mister. L’episodio sul banco degli imputati riguarda sabato scorso, quando nell’anticipo della diciassettesima giornata i rosanero andavano a far visita all’Udinese. Ilicic dopo mezz’ora stava per portare a casa l’intera posta in palio ma, prima il Gasp poi Ujkani hanno mandato in frantumi quanto costruito dal fantasista sloveno. Ieri al termine del match le attenzioni del mister ex Inter erano tutte rivolte per le decisioni arbitrali ma riguardando il match una buona dose di colpe è  anche del Gasp. In pole per il presidente rosanero Zamparini potrebbe esserci l’ex partenopeo Reja, che avrebbe davvero un enorme piacere nel tornare a calcare i campi di Serie A.

A cura di Leonardo Andreini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *