Connect with us

Focus

Federico Macheda, storia e prospettive di un predestinato

Pubblicato

|

LONDRA, 20 APRILE – Uno dei talenti più brillanti delle nuove generazioni del calcio italiano è senza dubbio Federico Macheda. L’attaccante di proprietà del manchester United, classe 1991, seppur giovanissimo nel suo breve iter calcistico ha già attraversato momenti belli alternati ad altri più negativi che ne hanno forgiato il carattere e che potrebbero essere le basi per una luminosa carriera negli anni a venire.

I PRIMI PASSI NEL CALCIO – Macheda nasce a Roma nel 1991 da genitori di origine calabrese ma vive in provincia di Brindisi fino all’età di 11 anni quando si trasferisce a Roma con tutta la famiglia. Entra subito nelle giovanili della Lazio, la sua squadra del cuore, e comincia a percorrere tutta la trafila nel vivaio biancoceleste. Il ragazzo è molto promettente e viene seguito dagli osservatori di Alex Ferguson che nel 2007 gli offrono un triennale da 65.000 Euro a stagione che Macheda sottoscrive. Il trasferimento in Inghilterra della promettente punta scatena le ire del presidente Lotito, costretto a perdere uno dei maggiori talenti del suo settore giovanile per via della legislatura italiana che vieta di far firmare contratti professionistici ad atleti di età inferiore ai 16 anni.

L’ESPERIENZA IN INGHILTERRA – A Manchester il talento romano prosegue gli studi e contemporaneamente entra a far parte della squadra Under 18 dei Red Devils con la quale termina la prima stagione da cannonniere con 12 goal e si aggiudica la Manchester Senior Cup nella cui finale la sua squadra prevale sul Bolton Wanderers. Il 5 Aprile del 2009, all’età di 17 anni, debutta in Premier League con il botto realizzando la rete del successo per 3-2 del Manchester United sull’Aston Villa dopo essere subentrato pochi minuti prima al portoghese Nani. Dopo un’altra rete decisiva nella successiva partita di campionato contro il Sunderland il 19 Aprile avviene il debutto da titolare nella sfida di FA Cup contro l’Everton. La giovane promessa è ormai pronta per il salto in prima squadra che avviene nella stagione successiva che viene condita dal debutto in Champions League avvenuto il 3 Novembre del 2009 da titolare nella gara contro il CSKA Mosca, terminata 3-3, in cui colpisce un palo con un colpo di testa.

IL RITORNO IN ITALIA – Nella stagione 2010/2011 non trova molto spazio nella rosa di Alex Ferguson e quindi, per avere maggiori possibilità di giocare, a gennaio si trasferisce nuovamente in Italia in prestito secco alla Sampdoria. L’impatto con la serie A non è dei migliori in quanto Macheda, acquistato dalla società ligure per sostituire Cassano e Pazzini appena ceduti nel mercato di riparazione, patisce il peso delle responsabilità e affonda insieme a tutta la squadra che conclude il campionato con la retrocessione in serie B dopo avere iniziato la stagione con ben altri obiettivi. Al termine della stagione il bottino della punta è di un goal, realizzato nella partita di Coppa Italia contro l’Udinese, mentre in campionato colleziona poche presenze, la maggior parte delle quali subentrando a gara in corso, senza riuscire mai a scrivere il suo nome nel tabellino dei marcatori.

LA STAGIONE ATTUALE – La scorsa estate Macheda ritorna al Manchester United dove trova nuovamente poco spazio e così il 2 Gennaio di quest’anno si trasferisce in prestito al Queen’s Park Rangers per avere maggiori possibilità di utilizzo. Tuttavia l’esperienza londinese dura poco meno di tre mesi in quanto a Marzo l’attaccante italiano si infortuna alla caviglia terminando di fatto la stagione e tornando nuovamente a Manchester dopo avere totalizzato solamente tre presenze senza segnare nessun goal.

IL CURRICULUM AZZURRO – Le doti di Federico Macheda hanno impressionato fin dalla giovane età i tecnici azzurri delle nazionali giovanili che hanno convocato spesso l’atleta romano che tra Under 15, 16, 17, 19 e 21 conta in totale 24 presenze con 6 reti realizzate. Il debutto nell’Under 21 avviene il 12 Agosto 2009 nell’amichevole contro la Russia, giocata a San Pietroburgo e terminata con il risultato di 3-2 per i padroni di casa mentre i primi goal li realizza il 17 Novembre del 2010 quando una sua doppietta consente all’Italia di superare in amichevole la Turchia per 2-1.

IL FUTURO – Nonostante le ultime due stagioni non siano state particolarmente brillanti Sir AlexFerguson continua a credere nelle potenzialità di Federico Macheda, nonostante il suo carattere a volte un po’ troppo sopra le righe. Il suo futuro però potrebbe essere lontano da Manchester per poter avere maggiori possibilità di giocare e di far esplodere il suo talento innato. La giovane punta si sta attualmente riprendendo dall’infortunio alla caviglia rimediato a Marzo e il suo nome è stato tirato in ballo come contropartita nell’affare che dovrebbe portare Nicolas Gaitan dal Benfica al Manchester United ma il suo procuratore ha smentito affermando che per il momento nessuna prospettiva concreta è ancora stata valutata per il suo assistito. Qualunque sarà la prossima destinazione del giovane attaccante laziale la speranza è che possa finalmente esprimere tutte le sue enormi potenzialità, fino a poter entrare un giorno a far parte della Nazionale maggiore italiana.

a cura di Mauro Leone

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending