Antonio Fioretto

Serie A, Lazio-Inter 1-0 : un lampo di Klose stende i nerazzurri

Serie A, Lazio-Inter 1-0 : un lampo di Klose stende i nerazzurri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I biancocelesti si aggiudicano il big match valido per l'anticipo della 18/a giornata di Serie A. Decisivo un capolavoro tecnico di Klose, da attaccante di razza. L' Inter si ferma al palo

ROMA, 15 DICEMBRE – Una brutta partita decisa da un lampo di un giocatore fantastico. Questa la sintesi di Lazio-Inter 1-0. Il gol di Miroslav Klose ha spazzato via le speranze nerazzurre, manifestatesi nei due pali colpiti da Guarin e Cassano. Un primo tempo orrendo, una ripresa quantomeno viva. In realtà pochissime occasioni da gol. E proprio quando i nerazzurri sembravano in procinto di metterla dentro, il lampo del campione eterno che regala tre punti pesantissimi alla squadra di Petkovic. I biancocelesti volano a 33 punti, i nerazzurri restano fermi a 34.

PRIMO TEMPO Partita inizialmente scorbutica, molto fisica e scontrosa a centrocampo. I primi 8 minuti scorrono lenti, in fase di studio. La Lazio prova il primo guizzo con Klose che si invola verso l’area avversaria ma vien chiuso da Samuel. Al 13′ destro di Ciani abbastanza velleitario sugli sviluppi di un angolo, pallone largo alla destra di Handanovic. Squadra abbottonate, con i biancocelesti leggermente più spigliati. Ci prova Hernanes con un paio di tiri da fuori che però finiscono in curva. La partita è noiosa e le squadre non sembrano aver voglia di ravvivarla. Al 36′ la Lazio si conferma più vogliosa. Mischia in area di rigore dopo un cross di Konko, nè Mauri nè Klose riescono a ribadire in rete. Veron, ospite d’onore in tribuna, tende ad addormentarsi. La partita va a rilento, sottolineando un brutto primo tempo. Al 43′ la Lazio reclama un rigore per atterramento di Pereira ai danni di Klose. Mazzoleni lascia proseguire. Al 45′ grande opportunità per Mauri che da posizione favorevole invece di calciare in porta cerca Klose in mezzo all’area. Il tedesco, ingabbiato, viene anticipato. La prima frazione termina con uno spento 0-0.

SECONDO TEMPO  Stramaccioni ridisegna l’Inter, schierandola con un 4-4-2. Nagatomo avanzato a centrocampo, Guarin largo a destra e Zanetti terzino di difesa. Per quanto possibile, il secondo tempo inizia peggio del primo. Squadre compassate, spazi intasati, poco gioco e poca velocità di manovra. Al 51′ ammonito Samuel per fallo su Klose (il terzo del brasiliano su Miroslav). Al 52′ sussulto nerazzurro con cross insidioso di Pereira e conseguente grande uscita di Marchetti ad anticipare Milito. Al 56′ gran discesa di Mauri per vie centrali che appoggia per hernanes. Il profeta arriva in corsa e tenta il destro a giro dal limite ma sbaglia di molto. La partita sembra accendersi e anche l’ Inter ci prova con un destro di Guarin dal limite, che termina però rasoterra sul fondo. Le squadre tentano continui lanci lunghi o verticalizzazioni da rugby, che inesorabilmente si spengono. Al 64′ uscitaa scomposta di Handanovic su calcio d’angolo che spiana la porta a Klose, ma Pereira è bravo ad allontanare il pericolo. Al 66′ occasione lampo dell ‘Inter con un gran destro di Guarin da fuori area che coglie in pieno il palo alla sinistra di Marchetti. Più di un’ora di gioco per vedere la prima vera occasione da gol. Al 70′ punizione di Hernanes dai 25 metri, Handanovic blocca attento. Al 71′ ancora palo per l’Inter con altro destro da fuori di Cassano. Palla ribattuta a centro area sui piedi di Nagatomo che calcia a botta sicura ma che trova una super risposta di Marchetti. I nerazzurri crescono alla distanza, con due legni su due tiri totali. Le squadre si allungano e la partita improvvisamente si scalda. La Lazio sembra calare e l’Inter prova il colpaccio col tridente pesante e l’ingresso di Palacio. Ma al 78′ i biancocelesti si rivedono dalle parti di Handanovic con una bella azione personale di Candreva, il quale prende palla a sinistra si accentra e conclude di poco a lato, strozzando troppo il tiro. Al 79′ clamorosa occasione Lazio: cross dalla trequarti di Gonzales, la retroguardia nerazzurra sale malissimo e Miroslav, a tu per tu col portiere, sbaglia incredibilmente lo stop. 80′ : Klose parte palla al piede arriva fino al limite dell’area ma poi incespica da solo. Sul ricapovolgimento di fronte, Cassano lanciato a rete viene fermato dall’arbitro per un precedente fallo di Milito su Ciani. All’ 82 il gol della Lazio : rasoiata perfetta del solito Klose che servito da Mauri batte Handanovic sul palo lungo, con la consueta fame da gol. La rete sembra spezzare le gambe agli undici di Stramaccioni. Ed infatti la gara si avvia alla conclusione senza ulteriori patemi d’animo. Finisce 1-0 all’ Olimpico.

TABELLINO E PAGELLE

Lazio (4-5-1): Marchetti 6,5; Konko 6,5, Biava 6, Ciani 6,5, Radu 6; Lulic 5,5 (dal 63′ Candreva 6) , Hernanes 6 (dall’ 86′ Dias s.v. ), Ledesma 5,5, Gonzales 5,5, Mauri 6; Klose 7,5 (dall’84’ Floccari s.v.) . All. Petkovic. A disposizione : Bizzarri, Onazi, Diakitè, Cana, Rozzi, Scaloni, Brocchi.

Inter (4-3-1-2): Handanovic 6; Nagatomo 6,5, Ranocchia 6, Samuel 6, Pereira 6 (dall’ 86′ Coutinho ) ; Zanetti 5,5, Gargano 5,5, Cambiasso 6 (dal 59′ Palacio 6) ; Guarin 6,5; Milito 5, Cassano 5,5. All. Stramaccioni. A disposizione : Castellazzi, Juan Jesus, Benassi, Silvestre, Mbaye, Duncan, Jonathan, Mariga, Livaja.

Arbitro: Mazzoleni. Assistenti Di Liberatore, Giordano, quarto uomo Musolino; assistenti di porta Banti, Damato.

Gol : 82′ Klose (L)

Antonio Fioretto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *