Fabio Pengo

Lo show dei record: Messi rischia di rimanere dietro Zico o Chitalu

Lo show dei record: Messi rischia di rimanere dietro Zico o Chitalu
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

SAN PAOLO, 13 DICEMBRE – Che Lionel Messi fosse un campione ormai è scontato soprattutto dopo le cifre da record a cui ha abituato: 288 gol in poco più di 300 presenze con la maglia del Barcellona e 89 gol con la maglia della nazionale a soli 25 anni. Da poco gli è stato attribuito il premio di “Giocatore più prolifico in un anno solare“. Tutto sembrava andare liscio quando dal Brasile e dallo Zambia si levano voci di protesta.

MESSI – E’ stato il campione che ha dato il via al ciclo vincente dei blaugrana con la sua classe e la sua fantasia; ha strappato la maglia numero 10 ad un certo Ronaldinho a suon di gol. Titolare inamovibile anche della nazionale Albiceleste della quale è anche capitano. Con 88 reti nell’anno solare 2011-2012 la FIFA gli ha conferito il titolo di calciatore più prolifico; anche Gerd Muller, ex detentore del titolo, si è complimentato con lui – “Messi è un gigante, un uomo simpatico e professionalmente ineccepibile” -.

ZICO –Messi non è il miglior marcatore di sempre in un una stagione. Questo per me è un grande errore, la prossima settimana faremo ricorso alla Fifa“. Queste sono le parole, riportate dalla Gazzetta dello Sport.it, del coordinatore del dipartimento di statistiche del Flamengo, Bruno Lucena che ha preparato le carte per difendere Zico, centrocampista brasiliano della squadra rossonera negli anni ’80. “Lotteremo perché venga riconosciuto il record del nostro idolo – ha detto Lucena – sottolineando come la Fifa consideri solo le reti segnate in partite ufficiali”. Tra il 1978 e il 1979 il Flamengo ha disputato 50 partite conseguendo altrettante vittorie; la stella brasiliana in quel frangente 89 gol.

CHITALU – Un vecchio detto dice: “Tra i due litiganti il terzo gode” ed è questo il caso di Chitalu. Attaccante dello Zambia nel decennio del 1970. Proprio nell’anno in cui Muller realizzava 86 reti, il giocatore africano ne avrebbe realizzati ben 107 e se la matematica non è un opinione il titolo spetterebbe a lui. Erick Mwanza, portavoce della federcalcio dello Zambia (Faz) ha dichiarato: “Per quanto ci riguarda, non ci sono discussioni, i gol di Chitalu sono un dato di fatto: sono tutti agli atti, possiamo documentare in quale partita e in quale data sono stati realizzati. Per esempio, nel primo turno della Coppa dei Campioni africana, ha segnato entrambe le reti nella gara d’andata tra i Kabwe Warriors e il Majantja, campione del Lesotho. Al ritorno, ha messo a segno incredibilmente 7 gol nel match finito 9-0″. Strano che un giocatore che ha vinto per 5 volte il pallone d’oro africano sia passato inosservato. Sfortunatamente il giocatore ha perso la vita in un incidente aereo mentre portava la squadra dello Zambia, di cui nel frattempo era diventato allenatore, insieme ad altre 29 persone.

Fabio Pengo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *