Luca Guerra

Coppa Italia, alla Juventus basta Giovinco: Cagliari sconfitto per 1-0

Coppa Italia, alla Juventus basta Giovinco: Cagliari sconfitto per 1-0
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I bianconeri sfruttano l’acuto della “formica atomica” in avvio di ripresa. Ai Quarti troveranno la vincitrice di Milan-Reggina

TORINO, 12 DICEMBRE- A una delle Juventus meno belle di stagione basta il minimo sforzo per ottenere il massimo risultato. Un centro di Giovinco in avvio di ripresa è sufficiente ai bianconeri per superare il Cagliari nel gelo dello “Juventus Stadium” e festeggiare il passaggio ai Quarti di Finale e il ritorno di Antonio Conte sulla panchina dell’impianto torinese. Ora bisognerà attendere l’incrocio di domani a “San Siro” per conoscere la sfidante tra Milan e Reggina, con la probabile riproposizione della sfida tra rossoneri e juventini nel prossimo turno. Piccola curiosità: il 12/12/12, per la Juventus ha segnato il numero 12 al minuto 12 del secondo tempo, e per Giovinco si è trattato della rete numero 12 della sua carriera in bianconero.

LE FORMAZIONI – La Juventus perde Giaccherini durante la rifinitura, dentro un già claudicante Vidal. Nel 3-5-2 le chiavi della regia vanno a Pogba, in difesa dentro Marrone al centro, con i rilanci di Isla e De Ceglie sulle corsie laterali. In attacco la “strana coppia” Giovinco-Bendtner. Cagliari che arriva in Piemonte privo di sette titolari (Sau, Cossu, Astori, Avelar, Pisano, Conti e Nainggolan): Pulga lancia il 4-2-3-1 con Ibarbo, Ceppellini e Thiago Ribeiro alle spalle di Pinilla. In difesa dentro due giovanissimi come Murru e Del Fabro.

IL PRIMO TEMPO: SFURIATA BIANCONERA AL VIA, POI IL NULLA – In avvio subito bianconeri avanti: dopo 7 minuti palla filtrante di marrone per Giovinco, diagonale debole parato da Avramov. Ci prova poi Padoin dalla distanza, tiro smorzato. Al 10′ iniziativa di Bendtner, tiro a giro di poco a lato dal vertice sinistro dell’area. Ancora il danese pericoloso quando devia a lato su cross di De Ceglie. Passa un minuto e Vidal due chiedere il cambio per un problema al ginocchio: dentro Asamoah in mediana. Al 17′ primo cartellino giallo del match: ne fa le spese Eriksson. Al 20′ chance per Bendtner: scambio con Giovinco e mancino a incrociare all’ingresso in area, Avramov respinge in tuffo. I sardi si affidano alla verve di Ibarbo in ripartenza : al 22′ incursione del colombiano, rimpallo con Marrone e sfera bloccata da Buffon senza patemi. Al 25’ancora Bendtner vicino al gol: cross teso di Bonucci da sinistra e stacco maldestro del danese a lato della porta sarda. La prima frazione porta in dote ai bianconeri tante palle inattive, mal sfruttate. Al  37′ Giovinco viene fermato per off-side solo davanti ad Avramov su lancio di Barzagli. Posizione in realtá regolare per il numero 12 bianconero, episodio da moviola. Ancora Giovinco protagonista al 40′, quando conclude su rimpallo arrivato da Isla, conclude a lato dal dischetto dell’area di rigore. Serata sfortunata per la Juventus: al 42′ alza bandiera bianca anche Bendtner, problemi al ginocchio anche per lui, gli subentra Matri. E’ l’ultima nota sul taccuino nella prima frazione.

IL SECONDO TEMPO: BASTA GIOVINCO – Nella ripresa si parte con Dessena per Ekdal nelle fila del Cagliari. Sardi piû attivi in avvio, con un paio di velleitari tentativi di Thiago Ribeiro, Juventus sonnolenta. Serve un episodio per sbloccare il match: arriva al 12′. Isla serve Padoin da destra, ingresso in area, cross sui piedi di Rossettini, il quale cincischia in uscita e permette il recupero all ‘ex atalantino, che serve Giovinco. Dribbling secco su Del Fabro e 1-0 messo a segno dalla “formica atomica”, all’ottavo centro stagionale. Pronta arriva la reazione del Cagliari: botta di Dessena dal limite dell’area sulla quale Buffon deve chiudere in corner in tuffo. Il centro del vantaggio bianconero anestetizza il match: si torna a parlare di occasioni da rete al 30’. Palla persa da Barzagli in area, cross da destra di Ceppellini e Bonucci anticipa in extremis Pinilla pronto a battere a rete nell’area piccola. Pulga cambia al 32′: dentro un altro esordiente, Piredda, fuori uno spento Ceppellini. È Giovinco il più caldo nella gelida serata torinese: al 34′ va via in slalom speciale, ma il suo tiro da sinistra prende l’effetto sbagliato e termina a lato di diversi metri. Un minuto dopo ci prova Matri su cross di De Ceglie: tiro al volo alto sulla traversa. Juventus vicina al raddoppio per due volte con Matri tra il 40′ e il 41′: su due corner da sinistra di Giovinco, il numero 32 bianconero prima calcia su Perico, poi di testa non trova la porta da un metro pur anticipando Avramov. È l’ultima emozione del match: il Cagliari non punge mai nel finale e ai Quarti ci va la Juventus, che a gennaio affronterà la vincente di Milan-Reggina.

Le pagelle di Juventus-Cagliari di Vincenzo Galdieri

IL TABELLINO:

JUVENTUS (3-5-2): Buffon 6;  Bonucci 6.5, Marrone 6, Barzagli 7; Isla 5.5, Padoin 6, Pogba 5.5, Vidal sv (16’pt Asamoah 6), De Ceglie 5.5; Bendtner  5.5 (43′ pt Matri 5.5), Giovinco 6.5. In panchina: Rubinho, Chiellini, Lichtsteiner, Pirlo, Marchisio, Giaccherini, Vucinic. All: Conte 6.

CAGLIARI (4-2-3-1): Avramov 6.5; Perico 5.5, Del Fabro 6.5, Rossettini 5, Murru 6.5; Eriksson 6, Ekdal 5.5 (1’st Dessena 6.5); Ibarbo 5.5, Ceppelini 5 (33’st Piredda sv), Thiago Ribeiro 5; Pinilla 6.5. In panchina: Agazzi, Russu, Camilleri, Casarini, Chelo. All: Pulga 6.

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata 6.

RETI: 12’st Giovinco

NOTE. Ammoniti: Eriksson, Pinilla, Perico, Thiago Ribeiro. Angoli: 8-1. Recupero: 2′- 2′.

A cura di Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *