Redazione

Copertina SportCafe24: Gonzalez spinge il Novara verso la salvezza

Copertina SportCafe24: Gonzalez spinge il Novara verso la salvezza
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

NOVARA, 11 DICEMBRE – Alla vigilia del torneo cadetto il Novara era accreditata come una delle protagoniste della lotta per la promozione. La compagine piemontese era appena retrocessa dalla massima serie e veniva considerata una delle formazioni più valide dell’intera serie B. La formazione azzurra è invece entrata in una crisi profonda di gioco e di risultati che l’ha fatta sprofondare in zona retrocessione da dove sta cercando di uscire appoggiandosi alle reti di Pablo Gonzalez che sta ritrovando la forma che l’aveva reso un fattore fondamentale nella promozione in serie A ottenuta dal Novara due stagioni or sono.

LA CARRIERA – Gonzalez è nato a Tandil in Argentina nel 1985 ed è cresciuto nelle giovanili del Racing Avellaneda dove disputa le sue prime partite in prima squadra nella stagione 2006/2007 sotto la guida di Diego Simeone. Nell’estate del 2007 viene acquistato dalla squadra svizzera del Locarno ma la sua prima avventura in Europa, durante la quale segna solo 2 reti in 14 presenze, è deludente e dura una sola stagione al termine della quale ritorna in patria firmando per il Tandil che partecipa alla quarta divisione argentina. Con la sua nuova squadra disputa un ottimo campionato con 17 reti in 28 gare di campionato che gli valgono l’interesse del Novara che la stagione seguente lo porta in Italia grazie al fiuto del direttore sportivo Pasquale Sensibile. I piemontesi partecipano alla Prima Divisione dove l’attaccante argentino firma 5 reti in 25 presenze contribuendo in maniera decisiva alla promozione nella serie cadetta. Il Novara conferma Gonzalez anche per il campionato di serie B e la punta sudamerica esplode in maniera definitiva trascinando la sua formazione alla promozione in serie A grazie a 14 reti nella fase regolare e una nei playoff. L’ottimo campionato disputato scatena l’interesse delle società della massima serie e nel Gennaio del 2011 il Palermo acquista l’intero cartellino di Gonzalez per 5 milioni di Euro lasciandolo però in prestito in Piemonte fino al termine della stagione. Nell’estate del 2011 gioca, realizzando una rete, la sua unica partita in rosanero nel ritorno del turno preeliminare di Europa League contro gli svizzeri del Thun e poi passa al Siena in prestito oneroso di 100.000 Euro comprensivo di diritto di riscatto della compartecipazione. In Toscana l’attaccante argentino debutta in serie A l’11 Settembre in occasione di Catania-Siena ma non sono molte le occasioni per mettersi in mostra e l’avventura in maglia bianconera si conclude al termine della stagione con all’attivo 16 apparizioni in campo e 1 rete segnata. Nell’estate del 2012 ritorna quindi al Palermo che lo cede a titolo definitivo al Novara per consentirgli di giocare nella realtà in cui ha espresso il rendimento migliore in tutta la sua carriera. I piemontesi non hanno una partenza felice in campionato ma Gonzalez non tradisce le attese e fino a questo momento sono 8 i centri firmati in 18 presenze in campionato. Dopo un breve periodo di appannamento il giocatore sudamericano è tornato sui suoi livelli trascinando con una pregevole doppietta il Novara alla vittoria nell’ultimo turno di campionato contro il Padova. Un facile tap-in su respinta del portiere e un delizioso sinistro sul palo più lontano con una conclusione da fuori area hanno fatto sorridere il tecnico degli azzurri Alfredo Aglietti che confida nelle doti di Gonzalez per ottenere i punti necessari ad uscire dall’attuale brutta posizione di classifica.

LE CARATTERISTICHE TECNICHE – Gonzalez è un attaccante moderno che può essere utilizzato in tutti i ruoli del reparto avanzato. Può infatti fare sia la punta centrale che la seconda punta che l’esterno in un attacco a 3 grazie anche alla sua notevole velocità che lo rende difficilmente marcabile quando parte in progressione. E’ dotato di un ottimo sinistro e se la cava anche discretamente di destro e di testa potendo vantare inoltre un discreto fiuto del goal. Ha una tecnica sopraffina che utilizza sovente anche nei calci piazzati da cui disegna traiettorie insidiose per i portieri o assist invitanti per i compagni di squadra. Nel complesso Gonzalez è senza dubbio un ottimo giocatore che però fino a questo punto della sua carriera non è riuscito ad esprimere le sue doti in un campionato di alto livello avendo deluso la scorsa stagione al suo primo impatto con la serie A italiana. Il tempo è comunque ancora dalla sua parte dal momento che a 27 anni ha ancora parecchie stagioni di attività davanti a se che potrebbero quindi vederlo disimpegnarsi con profitto anche su palcoscenici più prestigiosi.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *