Massimiliano Riverso

Sara Tommasi, Confessioni Private sequestrato dalla Procura

Sara Tommasi, Confessioni Private sequestrato dalla Procura
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 6 DICEMBRE – Il caso Sara Tommasi sembra non conoscere fine. Qualche giorno fa sui vari media è stata confermata la notizia che lo scorso 29 novembre la seconda pellicola porno della showgirl umbra, Confessioni Private, è stata sequestrata dalla Magistratura Penale di Salerno.

Come si legge nel comunicato diramato dall’Avvocato Marra, rappresentante legale ed amico della ragazza, “il sequestro sarebbe arrivato per gravissime ipotesi di sequestro di persona, somministrazione di droghe e violenza sessuale, delitto quest’ultimo che assorbe la circonvenzione di incapace“.

Il legale della pornostar pentita ha inoltre confermato che la Tommasi, dopo il periodo di degenza, è stata in grado di sporgere denuncia nei confronti del suo ex manager Federico De Vincenzo e di Giuseppe Matera, titolare dell’FM Video. Denuncia che si è andata ad aggiungere alle precedenti presentate dallo stesso Avvocato Marra e dalla madre di Sara Tommasi. Marra ha inoltre confermato che l’attenzione della sua assistita, ora, si sposterà sulla prima pellicola hard.

La ragazza, adesso capace di intendere e volere, come riporta il comunicato “presenterà, presso la Procura di Milano, competente per territorio, una denunzia analoga per il primo film (per il quale sono state precedentemente presentate altre denunzie, ma non da lei personalmente), e un’ulteriore denunzia, sempre nei confronti di De Vincenzo, Matera e ogni altro soggetto da identificare concorrente ai delitti, sia presso la Procura di Roma che presso l’autorità giudiziaria della Florida, per ancora più efferati delitti commessi in suo danno e che, solo ora, grazie all’aiuto di sua madre, è riuscita a ricostruire”.

MR

Share Button

One Response to Sara Tommasi, Confessioni Private sequestrato dalla Procura

  1. Dalila 7 dicembre 2012 at 23:17

    Marra a Berlusconi: aiutami a smascherare Bersani & Renzi: i ‘luogo-comunisti’ filo-bancari e filo-signoraggio

    Marra a Berlusconi: poniti, ti prego, in contrasto con i tuoi interessi economici e aiutami a smascherare Bersani & Renzi: i ‘luogo-comunisti’ dal ‘cuore in mano’ in realtà affiliati alle banche.

    Caro Berlusconi: Bersani & Renzi, due 'luogo-comunisti', due ipocriti, due espressioni – una vetero e l'altra 'nuova' – di una lotta tra loro che serve in realtà solo farsi scegliere come il più bravo nel portare acqua al mulino delle banche. Due falsi buoni, due falsi onesti, come Napolitano, Vendola e altri 'luogo-comunisti' i quali, insieme e separatamente, lottano per acquisire il massimo del merito nel vendere alle banche la carne della società. La prova di quel che dico? Ebbene, hai per caso sentito dire da costoro una parola contro le banche? O gli hai sentito dire che, per risolvere ogni crisi, basterebbe l'abrogazione dell’anatocismo, delle commissioni di massimo scoperto e dell’accredito tardivo dei versamenti, spostando così dalle tasche delle banche a quelle dei cittadini diciamo tre miliardi di euro al giorno?
    Di te si può senz'altro dire che hai interessi di regime, ma nello stesso tempo so che hai una ripugnanza viscerale per quegli apparati, quelle burocrazie, quella sinistra di cui il regime si serve per criminalizzare, come evasore, come riciclatore, come falsificatore di bilancio, chiunque abbia un minimo di iniziativa. La verità è infatti che le tasse non vanno pagate ma abolite, perché sono illecite e servono solo a rastrellare denaro inverato (vedi da marra.it) per comprare dalle banche centrali il denaro da inverare che invece gli Stati dovrebbero produrre da sé, senza creare, assurdamente, per comprarli, il debito pubblico.
    Fenomeni tutti che costituiscono il signoraggio bancario, e che ti chiedo semplicemente di aiutarmi a rendere noti, perché si vedrà allora se è stato o no il caso di insistere tanto per svelarli. Un aiuto che, se le mie previsioni hanno un minimo di valore, ti assicuro che ti farà STRAVINCERE le elezioni, perché, non importa cosa tu abbia o non abbia fatto fin qui, o che ti si sia o no condiviso, il merito di esserti adoperato a sconfiggere una tale mostruosità farà si che, da qui agli antipodi, ti si dovrà comunque rendere onore.

    Alfonso Luigi Marra

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *