Luca Guerra

Calciomercato Juventus: Trezeguet, quel “top player” che sarebbe potuto arrivare dal passato

Calciomercato Juventus: Trezeguet, quel “top player” che sarebbe potuto arrivare dal passato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

"Ho ricevuto un'offerta importante dalla Juventus. Ma ho preferito rimanere al River". Così il bomber transalpino a Fox News.

Trezeguet con la maglia bianconera: resterà un ricordo

TORINO, 4 DICEMBRE– Non un “sogno di mezzo inverno”, non una boutade piazzata lì per aumentare le copie vendute e riempire pagine: il ritorno di David Trezeguet alla Juventus è stato più di una semplice idea. Dalla separazione bianconera sono trascorsi due anni, ma ancora oggi non c’è domenica in cui Trezeguet, 35 anni, non venga ricordato.

Non passa mercato in cui la speranza non sia quella di trovare un suo erede. Meglio se un clone vero e proprio, visto che il franco-argentino nella storia della Juventus è entrato a suon di gol e titoli: 171 reti, miglior marcatore straniero del club di tutti i tempi.  La conferma l’ha data lo stesso attaccante francese attualmente in forza al River Plate dopo una breve esperienza con gli spagnoli dell’Hercules Alicante.

“CONTINUO QUI AL RIVER”– In un’intervista a Fox News. David ha ammesso: “Ho ricevuto un’offerta importante dalla Juventus. Ma ho preferito rimanere al River”. “Continuerò al River, è il mio obiettivo e il mio desiderio. Ho un contratto per altri due anni con il club e ho intenzione di rispettarli. Ho un ottimo rapporto con la società e i tifosi. Ho deciso di restare qui in Argentina perchè il mio intento è quello di vincere con questi colori ed impormi in questo calcio”.

10 INDIMENTICABILI ANNI…- David arrivò a Torino dal Monaco nell’estate del 2000, e ha lasciato la casacca bianconera nell’agosto 2010: 4 scudetti, 2 Supercoppe italiane e una finale di Champions (persa poi contro il Milan ai rigori) sono il grandioso bottino raccolto dalla Juve grazie anche alla grandissima vena di realizzatore dell’attaccante francese. Non solo un vero bomber di razza però: Trezeguet rimarrà sempre nei cuori dei tifosi bianconeri specialmente per il suo attaccamento alla maglia nei momenti più difficili.

Rimase in B con la “Vecchia Signora” e insieme a Del Piero, Nedved, Buffon e Camoranesi fu il vero trascinatore di quella squadra con 15 reti. Oggi, tra un Bendtner che somiglia sempre più a un “oggetto misterioso”, Vucinic eccellente come assist-man ma poco continuo sotto rete e un Matri in piena crisi d’identità, una vecchia “faina” dell’area di rigore come il bomber transalpino avrebbe fatto comodo al suo ex-compagno di squadra Antonio Conte. Ma il francese, come l’ex capitano e compagno di reparto Alex Del Piero, oggi migrato giocoforza verso lidi australiani dopo 19 indimenticabili anni in bianconero, è destinato a restare “solo” parte della storia recente bianconera e non del futuro della Juventus.

A cura di Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *