Redazione

Russian Premier League, l’Anzhi affonda il Cska

Russian Premier League, l’Anzhi affonda il Cska
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I ragazzi di Guus Hiddink si aggiudicano lo scontro diretto e agganciano i moscoviti in testa al torneo. Insegue lo Zenit, distante di tre punti

 MOSCA, 4 DICEMBRE – Lo scontro diretto della diciottesima giornata della Russian Premier League ha sorriso all’Anzhi, che ha battuto il Cska Mosca con un secco 2-0, agguantandolo a quota 40 punti, in vetta alla classifica. A decidere lo scontro diretto le reti, entrambe nelle ripresa, di Traoré e Bossoufa. Secondo stop consecutivo dei capitolini dopo il pareggio contro lo Zenit della scorsa settimana.

La squadra allenata da Luciano Spalletti ha invece aprofittato della difficile situazione che si sta vivendo in casa Spartak in seguito al cambio di guardia, ripassata a Karpin che ha incassato un 2-4 nel suo nuovo esordio alla guida dei biancorossi. Nonostante il momentaneo pareggio firmato Dzuyba dopo il vantaggio della formazione di San Pietroburgo con Hulk,  i campioni in carica hanno poi sigillato il match con una doppietta di Witsel e la rete di Shirokov. A nulla è valso il gol di Emenike a giochi ormai fatti. Il Volga continua a frenare la corsa delle prime. Stavolta a farne le spese è stato il Terek Grozny, andatosene da Nižnij Novgorod con un pareggio maturato nella ripresa grazie alla marcatura di Asildarov che ha neutralizzato il vantaggio ceceno firmato da Ivanov nel primo tempo.

Sconfitta indolore per il Kuban, che nonostante il 2-1 subito nel derby contro il Krasnodar si mantiene nei piani alti della graduatoria. Nonostante il vantaggio “ospite” siglato da Ozbiliz, i neroverdi hanno rimediato nel finale di gara prima con Shipitsin e Joaozinho, che regalano la terza vittoria casalinga di fila a mister Muslin.

Resta in scia la Lokomotiv, che fatica ad Alaniya dove riesce ad imporsi di misura grazie a Grigorjev, mettendo il punto esclamativo sul terzo successo di fila. Continua il momento d’oro della Dinamo, alla quinta vittoria consecutiva: Rubin Kazan abbattuto con le reti di Ysupov, Dzsudzsak e Kuranyi.

Primo successo esterno della stagione per il Rostov, che espugna il campo del Krylya Sovetov, scivolato al terzultimo posto in classifica per via delle reti subite da Blatnjak e Cesnauskis. Chiude il quadro il pareggio per 1-1 tra Mordovia, che torna a fare punti dopo sei turni, e l’Amkar Perm il cui vantaggio di Picusceak è stato vanificato da Panchenko nel finale di gara.

CLASSIFICA: 40 Cska Mosca e Anzhi; 37 Zenit; 32 Terek Grozny; 31 Rubin Kazan, Kuban Krasnodar e Lokomotiv Mosca; 29 Spartak Mosca; 27 Dinamo Mosca; 25 Krasnodar; 20 Rostov; 19 Amkar Perm; 14 Volga; 13 Krylya Sovetov; 10 Alaniya; 9 Mordovia.

MARCATORI10 Kerzhakov; Movsisyan (Krasnodar) Danilo Neco (Alaniya) e Traoré (Anzhi); 8 Musa (Cska Mosca) e Kokorin (Dinamo); 7 Eto’o (Anzhi) e Natcho (Rubin Kazan) e N’Doye (Lokomotiv) e Ozbiliz (Kuban).

Alessio Tuveri – @aletuve

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *