Redazione

Milan, Thiago Silva verso il ritorno in campo e Allegri verso la riconferma

Milan, Thiago Silva verso il ritorno in campo e Allegri verso la riconferma
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Allegri e Thiago Silva

MILANO, 17 APRILE- Il momento del Milan può riassumersi in due volti principali: Thiago Silva e Massimiliano Allegri.

Il primo, riassume la situazione che si sta vivendo in casa Milan durante questa stagione. La stagione travagliata degli infortuni, che nonostante tutto non scalfisce ancora le velleità di scudetto rossonere a sei giornate dalla fine.

Il secondo, Allegri, è la fotocopia del Milan del futuro, del Milan che verrà dopo questa stagione a prescindere da come finirà.

Thiago Silva, infortunatosi a San Siro contro la Roma, che ha saltato poi tre partite fondamentali come il doppio confronto col Barcellona e la trasferta di Catania, sarebbe dovuto ritornare in campo il 25 contro il Genoa, ma a quanto pare sembra che ci siano buone possibilità di vederlo già Domenica pomeriggio contro il Bologna. Una notizia che farebbe tirare un sospiro di sollievo a tutti per questo rush finale.

Come lui stanno recuperando anche altri giocatori reduci da stop, brevi o a lungo termine. Roma, Ambrosini e Abate pare che ce la possano fare. Diversa la situazione di Pato e di Boateng. Quest’ultimo, affetto da una pubalgia, è un altro tassello dello scacchiere rossonero come Thiago Silva, che ha fatto sentire il peso della mancanza in alcuni momenti cruciali della stagione.

Massimiliano Allegri è al centro del futuro rossonero come detto. Berlusconi dopo l’andata col Barcellona lo aveva criticato a gran voce, facendo presumere che a fine anno Max avesse potuto rischiare seriamente il posto se non avesse raggiunto almeno un obiettivo. Dopo il polverone alzatosi però, sembra che la situazione si sia allentata e proprio il patron rossonero abbia decisamente cambiato posizione in merito.

Infatti valutando che Allegri da quando è al Milan ha ottenuto moltissimi punti e che soprattutto ha dovuto sopperire a circa 60 infortuni, di cui la maggior parte fondamentali, come Cassano e Pato, pare che per l’anno prossimo non dovrebbero esserci dubbi su di lui, in modo che si possa pensare solo al mercato calciatori. Se poi si aggiunge anche il “gran torto”, ovvero il gol negato a Muntari contro la Juventus, che ancora oggi e forse fino alla fine darà il suo peso all’andamento della stagione, le quotazioni di restare al Milan per Allegri salgono a vista d’occhio.

a cura di Gennaro Manolio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *