Connect with us

Wrestling

Raw Super Show: Lord Tensai batte Cena e Laurinaitis sorride

Pubblicato

|

LONDRA, 17 APRILE – Si apre col botto l’edizione europea dello show rosso. Un match titolato, tra i due più vincenti atleti della federazione, Punk e Henry. E’ nota la stipulazione del match per il titolo WWE per Extreme Rules. Marella deve difendere il titolo degli Stati Uniti contro Otunga. Kane continua a mietere vittime. Cena replica a Lesnar, Bryan ribattezza la sua sottomissione, ora Yes Lock. Cena affronterà un misterioso avversario con le medesime regole del futuro pay-per-view.

PUNK Vs HENRY, TITOLO WWE – Il Chicago made è costretto a difendere la corona contro il world’s strongest man. Non ci sono squalifiche, tuttavia gli schienamenti devono essere eseguiti nel ring. L’ex sollevatore di pesi olimpionico dopo una fase del match dominata e costretto alla rincorsa. Una prestazione con la A maiuscola per Punk, si serve delle balaustre fuori dal quadrato per eseguire una elegante mossa acrobatica. Punk pesca un jolly, sfruttando le corde stordisce Henry e servendosi di una sedia d’acciaio lo colpisce ripetutamente, e tenta lo schienamento, che non va a buon fine. Successivamente il ragazzo di Chicago trova la strategia vincente, lo scansarsi dalla rincorsa dell’uomo più forte al mondo gli permette di avere la meglio e con la sedia tra le mani, mette a segno un elbow smash, che gli attribuisce la vittoria. Titolo WWE mantenuto. Jericho non tarda a farsi sentire, torna alla carica, insinuando nel pubblico il dubbio che l’atleta straight edge stia iniziando a dipendere dall’alcool, mostra una prova video dell’ingresso di Punk in un noto pub londinese. Ed è stata divulgata dallo stesso Y2J la stipulazione del match titolato ad Extreme Rules, sarà uno Street Fight.

MARELLA Vs OTUNGA, TITOLO USA – Il nostro connazionale affronta il braccio destro di Laurinaitis, l’avvocato ed atleta David Otunga, in palio il titolo degli Stati Uniti. Un Santino ironico, che mette tutti d’accordo esibendo t-shirt di noti club inglesi ed infine quella della nazionale con applausi e cori compiacenti. Anche in questo match, la prima fase è dominata dallo sfidante, Marella avverte la pressione di un Otunga bramoso, che vuole mettere le mani sulla cintura. Dopo uno schienamento che avrebbe potuto renderlo vincitore, Otunga si distrae per protestare con l’arbitro per il conteggio, ed il Cobra vincente di Santino stende l’avvocato. Titolo degli Stati Uniti mantenuto.

KANE Vs RYDER – Il messaggero del male sta progressivamente risalendo la china, continua a mietere vittime con una precisione quasi maniacale. Dopo aver messo al tappeto sia Orton che suo padre, anche Ryder si aggiunge a loro. Non è necessario neanche lo schienamento. Come pelle di daino è al tappeto il campione del web.

JOHN CENA – Il leader della Cenation torna nel perimetro per rispondere all’aggressione della scorsa edizione di Lesnar, accetta la sfida e risponde che cavalcherà l’onda, nonostante lo strapotere di Laurinaitis, ormai a capo di entrambi gli show. Il vice presidente non tarda a farsi sentire e promette a Cena un match con regole estreme per la serata, contro un avversario scelto da lui stesso. Inoltre la firma del contratto avverrà nella prossima puntata speciale di Raw.

BRYAN Vs KINGSTON – L’ex campione dei pesi massimi affronta il giamaicano, che pochi momenti prima nel backstage stava intrattendosi con AJ. Un Bryan irritato si fa avanti e promette di eseguire la sottomissione che lo rese campione, ribattezzandola in Yes Lock, l’avversario per cedere dovrebbe dire appunto yes, yes, yes. La piccola AJ, segue il match dietro le quinte. Non è bastata l’SOS, Bryan attraverso la sottomissione costringe alla resa Kingston. A termine dell’incontro, cerca di inveire nuovamente con la stessa sottomissione, l’intervento di Sheamus salva il giamaicano.

DIVAS – Eve Torres tenta ancora una volta di approcciare Laurinaitis per discutere della sua ricompensa inseguito a Wrestlemania XXVIII, il suo intervento fu fondamentale per attribuire la vittoria al team dell’odierno totale general manager. Otunga, Laurinaitis e la bella Eve spariscono nell’ufficio del vice presidente.

CENA Vs LORD TENSAI – Il vice presidente ha il posto in prima fila, segue in piedi il match designato per il leader della Cenation. Fino ad ora Tensai ha sempre vinto. L’incontro è senza squalifiche, un assaggio di quello che sarà uno dei match di cartellino di Extreme Rules. Gli interventi sono molteplici, dal maestro giapponese ad Otunga stesso, che riporta Cena nel quadrato. La striscia non si interrompe, un’irruzione del braccio destro di Laurinaitis distrae Cena, che non può sottrarsi all’assalto di Tensai. E’ ormai chiara anche la posizione di Laurinaitis.

Ivana Asciolla

 

 

 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending