Redazione

Destro lancia la Roma: 3-1 a Siena. Le pagelle del match

Destro lancia la Roma: 3-1 a Siena. Le pagelle del match
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Prima doppietta in giallorosso per Mattia Destro

SIENA, 2 DICEMBRE – Una doppietta di Destro lancia una Roma che vince soffrendo, raggiungendo la terza vittoria consecutiva. I giallorossi rimontano il gol di svantaggio dopo un brutto primo tempo e restano in scia a Inter e Lazio, vittoriose nel pomeriggio odierno. Si ferma il Siena, colpevole di aver pensato solo a difendersi dopo essere passato in vantaggio.

PRIMO TEMPO A RITMI LENTI – La Roma è alle prese con l’infortunio di Lamela e la squalifica di De Rossi mentre Osvaldo accusa un problema al collo del piede destro e viene lasciato in panchina da Zeman. Per la prima volta il boemo rinuncia al tridente pesante, portando Pjanic sulla linea dell’attacco, dove Totti molto spesso arretra a supporto di Destro. Il Siena risponde con un 3-4-2-1 con gli esterni Sestu e Rubin che occupano tutta la fascia laterale mentre Valiani e Rosina supportano Calaiò in avanti.
Non è un primo tempo ad alti ritmi: nei primi 20′, abbastanza equilibrati, la Roma è più pericolosa e conta due occasioni con Castan in area e Florenzi da fuori, ma per superare Pegolo serve altro. Sestu sulla corsia di destra è una spina nel fianco nella difesa giallorossa e la Roma non sembra quella delle giornate migliori: il gioco è più macchinoso, i ritmi lenti. Al 25′ arriva il gol del vantaggio bianconero: angolo di Valiani su cui svetta Neto, tra Castan e Marquinhos che non sembrano esenti da colpe. Prova la reazione la Roma, ma riesce a rendersi pericolosa solo su una punizione dal limite dell’area calciata di Totti che impegna Pegolo. Si va al riposo con la squadra di casa in vantaggio, avendo sfruttato l’unica occasione vera del primo tempo.

LA ROMA CRESCE ALLA DISTANZA – Nessun cambio all’inizio del secondo tempo, la partita non cambia la sua fisionomia: è la Roma che prova a spingere ma di fronte trova un Siena che si difende compatto e con ordine. Qualche occasione per gli uomini di Zeman, grazie a Pjanic e Destro che sembrano in crescita e ad una velocità di palla che inizia a migliorare. E’ proprio l’ex di giornata a siglare il gol del pareggio giallorosso, con un colpo di testa a pochi passa dalla porta dopo uno splendido assist da sinistra di Florenzi. Il gol del pareggio gela la squadra di Serse Cosmi, che sembrava fosse entrata in campo solo per mantenere il prezioso vantaggio. La Roma cresce: Neto svetta su un  bel traversone di Totti, Pjanic sfiora il palo dalla distanza. Il primo cambio di Zeman è decisivo: ripesca Simone Perrotta, che nelle ultime giornate sta avanzando nelle gerarchie del boemo, ed è proprio l’ex giocatore del Chievo a portare in vantaggio i suoi, con un tiro dal limite dell’area che si insacca nell’angolino basso alla destra di Pegolo.
Il Siena prova un disperato assalto lanciando qualche pallone in area verso Larrondo, ma su un contropiede fulminante la Roma trova il terzo, decisivo, gol: palla di Totti per Pjanic, assist di prima intenzione per Destro e doppietta per l’attaccante nel suo ex stadio.
La Roma raggiunge la terza vittoria consecutiva e resta in scia delle grandi. Occasione persa per il Siena, che non è riuscito a bissare un buon primo tempo e fa compagnia al Pescara all’ultimo posto in classifica.

TOP 

Mattia Destro: doppietta contro la squadra in cui è esploso, a dimostrazione che la Roma ha un grande centravanti anche quando Osvaldo non è disponibile.
Francesco Totti: anche senza andare a segno il capitano trascina i compagni con le sue giocate e la sua generosità: memorabile una lunga rincorsa a Sestu, raggiunto a limite dell’area giallorossa.
Simone Perrotta: quasi dimenticato da Zeman, torna importante e appena entrato segna un gol fondamentale. Bentornato.

FLOP

Marquinhos: veniva da un periodo positivo ma quest’oggi ha sofferto le (poche) sortite offensive del Siena.
Alessandro Rosina: dovrebbe essere l’uomo in più sulla trequarti senese, ma tocca troppi pochi palloni senza inventare.
Emanuele Calaiò: quando una punta non conquista occasioni, non può essere solo colpa dei compagni. Giornata in ombra per lui.

SIENA (25′ Neto)
ROMA 3 (63′, 91′ Destro, 86′ Perrotta)

Le Formazioni

SIENA (3-4-2-1): Pegolo; Neto, Contini, Felipe; Sestu, Vergassola, Bolzoni, Rubin; Valiani (76′ D’Agostino), Rosina (58′ Reginaldo); Calaiò (85′ Larrondo).  A disp.: Farelli, Marini, Paci, Del Grosso, Rodriguez, Verre, Coppola, Zè Eduardo,  Mannini.  All.: Cosmi

ROMA (4-3-3): Goicoechea; Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti; Bradley, Tachtsidis (79′ Perrotta), Florenzi; Destro, Pjanic, Totti. A disp.: Lobont, Dodò, Burdisso, Romagnoli, Marquinho, Nico Lopez,  Osvaldo. All.: Zeman

Ammoniti: Tachtsidis, Destro (R); D’Agostino (S)
Arbitro: Mazzoleni

Beppe Ruggiero

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *