Enrico Steidler

Premier League, il Liverpool vince 1 a 0 e inguaia il Southampton

Premier League, il Liverpool vince 1 a 0 e inguaia il Southampton
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

LIVERPOOL, 1 DICEMBRE – Il Liverpool torna alla vittoria e lo fa in modo convincente e perentorio. Per i Saints, tenuti in gara da una buona dose di fortuna, il passivo poteva essere molto più pesante. Fra i Reds, spiccano i soliti Gerrard e Suarez.

PRIMO TEMPO DOMINATO DAI REDS – Finalmente si rivede all’Anfield un Liverpool da applausi, capace di schiacciare l’avversario nella sua area come non si vedeva da un bel po’ di tempo a questa parte (solo 4 partite su 16 le partite vinte dai Reds fra le mura amiche nel 2012). Passano solo nove minuti e Johnson (da brividi il suo tiro-cross in mezzo all’area) fa intuire lo spirito col quale i padroni di casa sono scesi in campo. Per la difesa dei Saints cominciano così le sofferenze: ancora lo sgusciante Johnson, poi Shelvey e soprattutto Suarez (spesso irrefrenabile) sfiorano il gol a più riprese, costringendo Gazzaniga a compiere almeno un mezzo miracolo per evitare la capitolazione. Quest’ultima sembra cosa fatta al 35’, quando Shelvey, lanciato alla grande da Gerrard (astuto e inesauribile come sempre) si libera e tira con forza a colpo sicuro, ma il pallone si stampa sul palo. Il Southampton riesce a rompere l’assedio solo con Lambert (gran botta su punizione che si perde di poco sul fondo), ma fatica sempre più a contenere le sfuriate dei padroni di casa, la cui pressione viene premiata al minuto 42: Suarez batte l’ennesima punizione dal limite e il suo tiro a effetto sbatte sulla traversa, sul pallone vagante si avventa Johnson che lo rimette al centro, colpo di testa forte e preciso di Agger e Liverpool in vantaggio. C’è il tempo per ancora un paio di brividi (uno per parte) e poi si chiude la prima frazione. Ottima la prestazione offerta dalla squadra allenata da Brendan Rodgers, anche se l’avversario è apparso troppo timido e rinunciatario, lontano parente della squadra che ha raccolto 2 pareggi e 2 vittorie nelle ultime 4 partite di campionato. Il numero delle occasioni è eloquente: 14 a 4 per il Liverpool.

IL COPIONE NON CAMBIA NELLA RIPRESA, con il Southampton incapace di organizzare una vera e propria reazione e il Liverpool che amministra il vantaggio, cercando anzi, con sempre maggior insistenza, di incrementarlo. Riprende così il monologo dei padroni di casa, con Suarez e Shelvey in evidenza; ma è soprattutto Josè Enrique a rendersi pericoloso in più di un’occasione, in particolare al 67’, quando sfiora il gol dopo uno splendido fraseggio in velocità in mezzo all’area. Non c’è però la brillantezza del primo tempo, e il Liverpool non riesce più a trovare il varco giusto; quando finalmente lo trova è il novantesimo, ma il tiro di Suarez sfiora il palo alla sinistra di Gazzaniga. Non succede più nulla e l’Anfield può urlare la sua gioia. Liverpool che sale a 19 punti in classifica, Southampton fermo a 12 e sempre più invischiato nei bassifondi.

LIVERPOOL 1 (42’ Agger)
SOUTHAMPTON 0

Le Formazioni
LIVERPOOL (4-3-3) Reina, Skrtel, Johnson, Josè Enrique, Agger, Lucas Leiva (88’ Carragher), Gerrard, Allen (69’ Henderson), Shelvey, Sterling, Suarez.
SOUTHAMPTON (4-2-3-1) Gazzaniga, Fonte, Shaw, Clyne, Yoshida, Schneiderlin, Ramirez, Lallana, Puncheon (68’ Rodriguez), Cork (70’ Davis), Lambert.
Ammoniti: 81’ Suarez, 91’ Carragher.
Arbitro: M. Oliver

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *