Antonio Foccillo

Real Madrid, Kakà al passo d’addio: il Milan ci pensa, ma attenzione alle insidie…

Real Madrid, Kakà al passo d’addio: il Milan ci pensa, ma attenzione alle insidie…
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La trattativa non è delle più semplici, non per l'opposizione del Real, ma per la presenza di numerosi estimatori. Vediamo allora quali possono essere le vere insidie per Galliani e le strategie del club meneghino .

MADRID, 29 NOVEMBRE –  Il futuro di Kakà è sempre più lontano dal Real Madrid. Il calciatore brasiliano è arrivato al capolinea della sua avventura in camiseta blanca e per gennaio potrebbe profilarsi un clamoroso ritorno in maglia rossonera. La trattativa non è delle più semplici, non per l’opposizione del Real, ma per la presenza di numerosi estimatori. Vediamo allora quali possono essere le vere insidie per Galliani e le strategie del club meneghino .

IDEA MLS – “Mi piace la MLS e l’America. Un giorno se potrò mi piacerebbe giocarci” . Queste le parole del brasiliano pochi giorni fa, rilasciate alla stampa statunitense. Sul numero 8 del Real Madrid si starebbero concentrando le attenzioni dei Los Angeles Galaxy, pronti a dire addio dopo 5 anni a David Beckham. L’arrivo di Kakà permetterebbe alla società di rimpiazzare a livello mediatico lo Spice boy e al giocatore stesso di trovare quella continuità di rendimento più volte richiesta al tecnico Mourinho. Fra due anni ci sono i mondiali in Brasile e Ricardo non vuole certo mancare all’appuntamento.

RITORNO A CASA – Restano sempre vive le piste che portano ad un ritorno in Brasile. Sul giocatore ci sarebbero sia il Santos che il Corinthians. L’ex squadra di Pelè è alla ricerca di una grande stella da portare in bianconero, soprattutto nel caso in cui Neymar dovesse salutare i suoi compagni prima del previsto per approdare al Barcellona. Il Corinthians è una delle squadre economicamente più potenti del calcio sud americano e l’idea della dirigenza e di portare in tandem Kakà e Pato. Obbiettivo piuttosto ambizioso, ma non impossibile seguendo la via del doppio prestito, con riscatto almeno per il primo.

MILAN, SOGNO POSSIBILE ? – Che Kakà abbia la stima di tutto lo staff dirigenziale e dei tifosi è fuori di dubbio. In effetti non c’è una sola sessione di mercato che non veda Galliani fare almeno un tentativo per riportare il brasiliano a Milano. L’unico ad aver sempre nutrito dubbi sull’effettiva utilità di un ritorno di Kakà al Milan è il tecnico Allegri, che difficilmente riuscirebbe a ricucire un posto da titolare al madrileno ora che è riuscito finalmente a trovare la quadratura del cerchio. L’idea però è una: o l’operazione si fa ora o mai più. Mai come adesso infatti il Real sembra disposto a cederlo. Perez ha capito che il brasiliano ormai non ha più carte da giocarsi in maglia blanca, almeno finchè ci sarà Mourinho ed è un peso ance perle casse societarie visto l’elevato ingaggio percepito. Con il Psg che incalza per arrivare a Cristiano Ronaldo, la strategia delle Merengues sembra chiara: cedere Kakà e investire i milioni risparmiati nel nuovo contratto per CR7. Il Milan potrebbe quindi finalmente centrare l’acquisto del brasilino con un prestito gratuito e un riscatto relativamente basso, intorno ai 12-15 mln, con rivisitazione e spalmatura dell’ingaggio residuo con il Real. Gennaio è vicino, la telenovela sta per riprendere .

a cura di Antonio Foccillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *