Connect with us

Calcio Estero

Premier League: United e City allungano, il Chelsea ancora 0 a 0. Il punto sulla 14a giornata

Pubblicato

|

Mario Balotelli, al Manchester City dal 2010

LONDRA, 29 NOVEMBRE – Mentre nel Bel Paese si gioca la Coppa Italia, oltremanica la Premier continua. La 14a giornata, spalmata tra martedì e mercoledì, ha visto il perentorio passo avanti delle due corazzate di Manchester che scappano, lasciandosi dietro il duo formato da Chelsea e West Bromwich, terze appaiate a 26 punti. Allo United bastano 32 secondi per chiudere la pratica West Ham grazie al gol di Robin Van Persie ben imbeccato da Carrick, gara di amministrazione quella dei Red Devils che mantengono così la testa della Premier. Discorso diverso per gli uomini di Roberto Mancini che, dopo un primo tempo privo di gol, festeggiano lo 0 a 2 finale in casa del Wigan, mattatori di giornata: Mario Balotelli al 69′, al suo primo gol in questa Premier, e James Milner al 72′. A Stamford Bridge c’era grande attesa perché, dopo la gara a reti bianche con il City, la scena era tutta per l’ennesimo derby tra quartieri londinesi: quello tra i Blues di Benitez e il Fulham. Ma il film è quello già visto lo scorso weekend e lo 0 a 0 finale si commenta da solo quella che è stata una gara povera di emozioni e spunti.

Gareth Bale, solito protagonista del Tottenham

CADE IL WBA – La sorpresa della stagione, il West Bromwich Albion, cade per 2 a 1 a Swansea sotto i gol di Michu e Wayne Routledge, autore di una doppietta, inutile il gol degli ospiti firmato dal belga Lukaku. Si fermano sull‘1 a 1 Everton e Arsenal in una partita che s’infiamma al primo minuto grazie alla rete di Theo Walcott che illude gli ospiti. Ma bastano circa venticinque minuti infatti alla squadra di casa per pareggiare con il gol del centrocampista belga Fellaini, al quinto centro stagionale. Altro tonfo anche per il Liverpool, che cade a White Hart Lane sotto i gol di Aaron Lennon e Gareth Bale, e s’illude grazie allo sfortunato autogol del gallese. Buona gara del Tottenham, che ora a tre punti dal duo WBA-Chelsea, vede sempre più vicina la zona Champions. Situazione drammatica invece, quella dei Reds, che, con dicembre alle porte e le sole 3 vittorie stagionali in campionato e i 16 punti totali vedono la zona retrocessione sempre più vicina.

RISALGONO VILLANS E STOKE – In fondo alla classifica la situazione resta pressoché immutata. Il Norwich City fa visita al Southampton. L’esito finale è un 1 a 1 che non accontenta nessuno. Le reti, tutte nel primo tempo, sono firmate da Lambert, per i padroni di casa, e dal nazionale scozzese Snodgrass. Vittoria in rimonta, quella dello Stoke City sul Newcastle, che cambia la classifica e alza il morale. Al Britannia Stadium gli uomini di Pulis sono bravi a ribaltare la gara, dopo la rete di Cissé, grazie ai gol di Walters e Jerome. Gli altri tre punti d’oro se li guadagna l’Aston Villa che, in un martedì all’insegna della lotta salvezza, passa in casa contro il Reading. L’eroe di giornata è un altro talento del calcio belga finito in Inghilterra: il ventunenne Christian Benteke. Sempre più fanalino di coda il QPR di Henry Redknapp che, a Sunderland, non va oltre lo 0 a 0 finale in un match che non accontenta nessuno e che lascia i londinesi, dopo 14 giornate, ancora a secco di vittorie.

 

LA CLASSIFICA DOPO 14 GIORNATE  


Manchester United 33
Manchester City 32
Chelsea 26
West Bromwich 26
Tottenham 23
Everton 22
Arsenal 21
Swansea 20
West Ham 19
Fulham 17
Newcastle 17
Liverpool 16
Stoke City 16
Norwich 16
Wigan 15
Sunderland 13
Aston Villa 13
Southampton 12
Reading 9
QPR 5

a cura di Giovanni Lorenzi

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending