Redazione

F1, GP Brasile: Button vince, Alonso 2° ma non basta. Vettel tre volte campione del mondo

F1, GP Brasile: Button vince, Alonso 2° ma non basta. Vettel tre volte campione del mondo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’abbraccio a fine gara tra Schumacher, all’ultimo gp della sua carriera, e Vettel, campione del mondo 2012 – Reuters

INTERLAGOS, 25 NOVEMBREJenson Button ha vinto il GP del Brasile, ultima gara del mondiale di F1 davanti a Fernando Alonso, autore di una gran gara, e a Felipe Massa. Ma il podio ad Alonso non basta per vincere il titolo mondiale: Sebastian Vettel, 6° al traguardo, è campione del mondo per la terza volta di fila. Titolo in bilico fino all’ultimo, considerando l’incidente iniziale al tedesco e la pioggia intermittente che ha scombinato i piani di tutti i team.

LA GARA – Era prevista gara bagnata e così è stato: prima dello start comincia a cadere una pioggia leggera ma che comincia ad infastidire i piloti. Alonso parte molto bene e dopo la prima curva è già quarto, mentre Vettel perde terreno e si ritrova ottavo. Poi il contatto che infiamma la torçida brasiliana: alla curva 4 Vettel viene toccato da Senna e riporta dei danni sulla vettura, riparte 22°. Poi suspence per Alonso che arriva lungo alla prima curva con la pioggia che comincia a cadere più copiosa e si fa passare da Hulkenberg, autorevole protagonista della gara.

La pioggia aumenta e tutti entrano ai box per montare le intermedie, tranne Button e lo stesso Hulkenberg che cominciano un bel duello. Al 22° giro il tedesco della Force India sorpassa l’inglese della McLaren e si porta in testa al gran premio. Alonso si lamenta per i vari detriti sparsi per la pista e Whiting decide per l’ingresso clamoroso della Safety Car, che ricompatta il gruppo e annulla il vantaggio di 40 secondi dei primi due. Rientra la safety, la pista si asciuga e Alonso comincia a perdere terreno dai primi, poi si fa passare da Kobayashi per ripassarlo nel giro dopo. Vettel, nonostante i danni, è sesto e continua ad aumentare il suo ritmo alla ricerca di Alonso. La pioggia aumenta nuovamente e al giro 47 si verifica l’incidente in testa alla classifica: Hulkenberg tenta il sorpasso su Hamilton, perde la vettura e pone fine alla gara dell’inglese. Drive through per il tedesco. Comincia il valzer dei pit stop, tutti a montare le intermedie. Alonso avvicina Massa e lo passa, Vettel dietro passa Schumacher ed è 7°, quanto basta per vincere. Ma poi riesce a passare Kobayashi e si pone in sesta posizione. Nell’ultimo giro incidente di Di Resta e Safety Car in pista: gara neutralizzata e Vettel campione del mondo.

CLASSIFICHEVettel vince il titolo con 281 punti e diventa il pilota più giovane a vincere 3 titoli mondiali, il terzo pilota dopo Fangio e Schumacher a vincere tre titoli di fila. Alonso, nonostante un mondiale pazzesco, è secondo a 278 punti. Terzo Raikkonen a 206. La Red Bull vince il titolo costruttori con 460 punti, davanti alla Ferrari a 400 e alla McLaren a 378.

Leo Mastromauro
Twitter: @leo_mastromauro

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *