Connect with us

Football

Milan, Berlusconi su Pato : “Ora è un problema”. Il patron oggi a Milanello

Pubblicato

|

MILANO, 24 NOVEMBRE – I tifosi rossoneri l’avevano già capito da un pò di tempo e, in tutta franchezza, si mordevano le mani ripensando al mercato di riparazione della stagione 2011-2012. Alla corte di Allegri sarebbe potuto arrivare Tevez al posto del giocatore al centro del dibattito : Alexandre Pato. Certo, col senno di poi facile dire che il Milan ne avrebbe giovato. Pato è oramai un vero e proprio grattacapo in casa Milan. I continui infortuni e una condizione psicologica in bambola ne hanno fatto un mister x, negativo però. Ora, se a parlare di Pato è anche il presidente Berlusconi e se per di più lo fa con parole amare e mirate, beh il destino del papero sembra già segnato : “Pato ora è un problema, speriamo guarisca“. Un fulmine di quelli capaci di provocare una decisiva reazione a catena. In realtà Pato c’ha messo del suo, con le dichiarazioni del post-partita di Anderlecht-Milan, con le quali non si è certo attirato simpatie :”Voglio giocare, ne parlerò col mio procuratore“. I fulmini, a via Turati, continuano e non hanno intenzione di smettere.

ULTIMA CHANCE?  La verità è che si sono stancati un pò tutti : il Milan, che deve curarlo e accudirlo come una gallina fa coi suoi pulcini, Pato, che gioca poco e si infortuna tanto e, c’è da scommetterci, lo staff medico rossonero. A conferma di ciò, sono arrivate le suddette parole del patron milanista, che ha poi continuato : “Pato è un problema perchè perché era il giocatore di maggior valore e futuro che avesse il Milan. Quindi è veramente un problema anche per cosa fare. Avere incidenti vari per un ragazzo di 22/23 anni…Quindi speriamo veramente di vederlo guarire“. Sa tanto di ultimatum, vero?

PRESSING  Intervistato fuori Palazzo Grazioli, il numero 1 rossonero ha poi parlato anche dell’attuale momento di austerity : “L‘ho già detto altre volte e non faccio che ripeterlo: c’era un risparmio di 160 milioni di euro in 3 anni. Però abbiamo trovato El Shaarawy. Quella dei giovani è la strada giusta. Se anche ne provi tre o quattro e poi ne tiri fuori uno… Adesso c’è bisogno sicuramente di un periodo di rifondazione guardando ai giovani per avere una squadra davvero competitiva“. Domani, come sabato scorso, Berlusconi visiterà Milanello. Settimana scorsa ha portato bene, tutti dicono abbia caricato la squadra a pallettoni. Oggi lo rifarà, perchè “c’è bisogno di me. Il Milan, avete visto, si è ricaricato. Devo continuare a presenziare“. Che sia il segnale di una passione ritrovata? Ovvio, Berlusconi non l’ha mai veramente persa. I tifosi rossoneri sperano….domenica c’è Milan-Juve.

Antonio Fioretto

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending