Connect with us

Buzz

Mauro Icardi: “El Rey” che ha acceso la Lanterna blucerchiata

Pubblicato

|

GENOVA, 23 NOVEMBRE – E’ bastato un solo gol a Mauro Icardi per entrare nel cuore dei tifosi doriani. Il giovane attaccante in forza alla Samp di Ferrara ha infatti acceso il derby della Lanterna con una splendida giocata che ha permesso ai blucerchiati di chiudere i conti con i cugini genoani. Arrivato a Genova in via definitiva nel luglio 2011, l’attaccante argentino sembra possedere tutte le caratteristiche per esplodere nel calcio che conta. Nazionale argentino Under 20, Mauro si è già distinto in campo internazionale vincendo il Torneo di Alcudia e piazzandosi al primo posto della classifica dei marcatori del torneo.

LA CARRIERA – Nato nel 1993 e cresciuto nelle fila del Club Infantil Sarratea (squadra della periferia nord della città di Rosario), a causa della crisi economica argentina, Mauro è costretto a trasferirsi in giovane età sull’isola spagnola di Las Palmas. Tesserato prontamente dall’ Union Deportiva Vecindario, il baby prodigio mette a segno ben 384 reti con la maglia dei “Blanquinegros” e richiama l’attenzione dei più blasonati club spagnoli, che scatenano una vera e propria asta per aggiudicarsene le prestazioni. Dopo estenuanti trattative, è il Barcellona ad accaparrarsi le prestazioni del piccolo talento sudamericano. Mauro inizia la sua avventura alla grande, ma nonostante i quasi 40 gol nella cantera blaugrana non riesce a convincere Guardiola, che nel 2011 decide di cederlo ai blucerchiati. Poco male, perché “El Rey” si ritaglia un ruolo di importante nella primavera di mister Tufano e nel corso della stagione 2011/2012 mette a segno 19 gol in 23 partite, piazzandosi al primo posto della classifica marcatori. Ma non è tutto. Durante Juve Stabia- Sampdoria del 12 maggio del 2012 fa il suo esordio in prima squadra e, dopo esser subentrato al 75’ al connazionale Fornaroli, mette a segno il gol decisivo che permette alla formazione di Iachini di approdare ai playoff della serie B. Il giovane talento si ritaglia uno spazio importante in prima squadra ed in seguito alla promozione della Samp in massima serie, “El Rey” esordisce in A durante Roma–Sampdoria (1-1) subentrando ad Estigarribia. Ma il meglio deve ancora venire. In seguito all’infortunio di Maxi Lopez, Ferrara decide di schierare il giovane Icardi dal primo minuto in una delle partite più significative della stagione: il derby della Lanterna. Dopo aver sfiorato il gol in diverse occasioni del primo tempo, Mauro riesce a sfondare la difesa avversaria e, sfruttando al meglio l’assist del compagno Tissone, supera Frey con un diagonale portentoso. Il suo primo gol in serie A fa esplodere di gioia i supporters blucerchiati, che già sognano nuove prodezze del talento argentino.

CARATTERISTICHE – Attaccante centrale dal fisico portentoso, nonostante la giovane età Icardi padroneggia il pallone con estrema maestria con entrambi i piedi. Dotato di un dribbling ubriacante e di una potenza di tiro devastante, il “piccolo grande” centravanti deve ancora perfezionarsi nelle giocate aeree. Abile nel rubare il tempo agli avversari e ad inserirsi velocemente negli spazi, il baby prodigio gioca sul filo del fuorigioco per sfruttare al meglio la sua notevole velocità.

IL SOGNO – Diversi esponenti illustri del mondo del calcio l’hanno paragonato al mai dimenticato “Re Leone” Batistuta, centravanti argentino dalle innate capacità realizzative che creava scompiglio nelle difese avversarie. Ma il giovane Mauro ha le idee chiare sul cammino da intraprendere per il suo futuro: “Ho lasciato il Barcellona per diventare il Messi della Samp”. I tifosi doriani aspettano che il sogno si avveri e nel frattempo si godono le giocate sensazionali del “Rey”.

LA SCHEDA

Nome: Mauro
Cognome: Icardi
Nazionalità: Argentina
Classe: 1993
Ruolo: Attaccante (centravanti)
Squadra: U.C. Sampdoria
Altezza: 181 cm
Peso: 75 kg

Mario De Simone

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending