Connect with us

Milan

Calciomercato Milan: Pato aria di addio. Cardozo al fianco di El Shaarawy?

Pubblicato

|

MILANO, 22 NOVEMBRE – Dopo la pesante vittoria di Champions League contro l’Anderlecth e la qualificazione agli ottavi di finale conquistata con un turno di anticipo, in casa Milan finalmente è tornato il sorriso. La vittoria, conquistata con grande carattere dalla (giovane) squadra di Allegri, dà morale in vista del delicato match contro la Juventus in campionato nel posticipo di domenica sera.

Di sicuro, sempre più leader e trascinatore, El Shaarawy, è stato il più inseguito dai giornalisti nel dopo gara. Ma esistono ancora delle crepe nei rossoneri, in campo e fuori. Se infatti il Faraone si sta dimostrando sempre più incisivo e decisivo (nel 3a1 finale per lui un gol e un assist) è vero anche che la difesa è debole e facilmente penetrabile, che sul 2 a 0 e con un uomo in più la squadra di Max Allegri ha preso un gol e si è trovata in seria difficoltà, anziché gestire con facilità la gara.
Per non parlare poi delle crepe fuori dal campo, nello spogliatoio e tra alcuni giocatori. I volti scuri infatti, sono quelli di Pato e capitan Ambrosini.

Di Pato sappiamo già tutto e di più: il brasiliano contro i belgi è subentrato nella ripresa e ha messo in cassaforte il risultato e gli ottavi. Ma intervistato a fine partita ha detto chiaramente che sta bene e che vuole giocare e che presto il suo procuratore Gilmar Veloz parlerà con la società rossonera. Aria di addio? Il papero è reduce da una serie di infortuni dai quali però sembra pienamente recuperato e vuole giocare e sentirsi ancora importante. Le sue parole sono un avvertimento in vista della partita importantissima contro la Juve. Partita che il brasiliano vorrebbe vivere da protagonista e non da panchinaro. Ma se dovesse partire lui, il sostituto e spalla ideale per El Sharawy, ormai titolare fisso ed insostituibile, potrebbe essere Oscar Cardozo, attaccante paraguayano del Benfica, classe 1983, in scadenza di contratto nel 2014. Sul giocatore ha messo gli occhi anche la Fiorentina, ma per un giovane come lui sarebbe suggestiva l’idea Milan e dunque i rossoneri sembrerebbero in vantaggio sui viola.

Per quel che riguarda il capitano Massimo Ambrosini invece, si prospetta un futuro all’estero. Il giocatore non ha gradito le parole di Berlusconi della scorsa settimana. Il Patron rossonero ha detto che “in questo momento non c’è in campo un altro Gattuso che trascini la squadra, dobbiamo riuscire a trovare uno nuovo come lui che era una delle spinte della squadra. Spero che tra questi ragazzi ci sia qualcuno come lui che possa essere un capitano come Gattuso , ci vorrà comunque del tempo.”

Parole non certo di stima o di fiducia per Ambro che dopo 17 anni di Milan potrebbe chiudere la carriera negli Stati Uniti. Il centrocampista trentacinquenne potrebbe così salutare tutti a fine stagione e volare negli States.

Nadia Gambino

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending