Connect with us

Champions League

Champions League, Anderlecht – Milan: le dichiarazioni dei protagonisti

Pubblicato

|

BRUXELLES, 22 NOVEMBRE – E’ un Milan raggiante quello che si presenta in mixed zone per commentare l’1-3 inflitto all’Anderlecht e che gli regala il passaggio del turno insieme al Malaga, nel gruppo C di Champions League.

Massimiliano Allegri è soddisfatto per il passaggio del turno: “Sapevamo del risultato dello Zenit, quindi vincere stasera era importantissimo per noi. Abbiamo centrato il primo obiettivo stagionale e per questo va dato merito ai ragazzi che hanno lavorato bene”. Nonostante la squadra abbia mostrato dei limiti in Europa, Allegri è sicuro:” “Nessuno si tira indietro e stiamo migliorando”. Continua poi con l’analisi tecnico tattica del match: “Siamo partiti bene, poi abbiamo avuto qualche problema, forse perché avevamo troppa fretta di segnare o di fare l’ultimo passaggio. Nel secondo tempo siamo andati in vantaggio, poi dopo il 2-0 ci siamo un po’ bloccati, ma tolta qualche palla lunga da parte loro l’abbiamo gestita bene. Mexes ha fatto un gol incredibile, non ci credevo nemmeno io che quella palla andasse dentro”.

Anche Adriano Galliani è soddisfatto, ma prima di dire la sua sulla gara riporta le parole del Presidente Berlusconi e fa i complimenti lui stesso alla Juve: “Ho sentito Berlusconi al telefono: era molto contento, la vittoria di Napoli è un po’ figlia sua, della carica che ha dato, quindi spero possa venire a Milanello anche prima della Juventus. Che ieri ha fatto una grande partita, devo fare i complimenti alla squadra bianconera”. Poi analizza gara e momento rossonero: “Abbiamo passato un’estate tribolata e un autunno complicato, ci voleva un risultato del genere dopo un periodo difficile. Ora faremo girare per il mondo il gol di Mexes come quello che ha fatto Ibrahimovic: se questa rovesciata l’avesse fatta Messi a quest’ora interromperebbero le trasmissioni per farlo vedere e Messi verrebbe beatificato. Sono contento anche per Allegri: io sono contrario al cambiare l’allenatore in corsa, per questo l’ho sempre difeso. E’ un mio modo di pensare, se possiamo l’allenatore non lo cambiamo mai: poi se questi ultimi risultati li avessimo conseguiti con qualcun altro in panchina avrebbero detto che era colpa di Allegri”.

A parlare c’è anche Philippe Mexes, autore di un gol davvero spettacolare: “Ho fatto un grandissimo gol, ma ci sono cose più importanti nella vita: ci ho provato ed è andata bene. I compagni nello spogliatoio mi chiedevano le l’avessi fatto apposta… La dedica è per la mia famiglia”. Segna in tutte le partite del Milan e sta crescendo tantissimo, stiamo parlando di El El Shaarawy, soddisfatto per il gol e per la qualificazione: ”Il risultato è importantissimo, siamo veramente contenti. Siamo riusciti a soffrire e a portare a casa il risultato. Dedico questa vittoria e la qualificazione a tutta la squadra e ai nostri tifosi”. Commenta poi la gara contro l’Anderlecht: ”Pato è un grande campione, deve trovare la forma e la continuità. Sono felice per il mio gol e per la stagione. Anderlecht? E’ una buona squadra, ci siamo difesi bene. Ma adesso pensiamo alla gara con la Juventus”. Sta diventando il perno della difesa rossonera, con lui allegri sembra aver trovato la quadratura del cerchio, Mario Yepes ha parlato ai microfoni di Milan Channel: “Era un nostro obiettivo passare il turno e l’abbiamo centrato con un turno d’anticipo. Ora dobbiamo pensare a domenica, ma siamo contenti per la qualificazione. Era una gara difficile, dopo il 2-0 hanno rischiato il tutto per tutto provando a pareggiare  Quello di Mexes è un golasso, mi ricorda un po’ il gol di Ibra, magari ne facessi uno così anch’io. Passata questa vittoria, ora dovremo iniziare a lavorare una gara difficile e importante per noi e i nostri tifosi. Da domani sarà così. I primi dieci minuti del primo tempo li abbiamo fatti bene, non concludendo alcune buone occasioni: il resto della prima frazione è stato complicato, poi nella ripresa abbiamo trovato spazi e con le caratteristiche dei nostri attaccanti è stato più facile”.

Anche Antonio Nocerino è intervenuto ai microfoni di Milan Channel, ecco le su parole: “Siamo contenti, abbiamo fatto una gran partita. Cosa è cambiato dalla partita con la Fiorentina? La testa fa tanto, penso che alla fine la convinzione che dobbiamo avere è questa, rappresentiamo una grande società e grandi tifosi che stasera sono stati eccezionali, abbiamo una grande maglia addosso e dobbiamo rimanere coi piedi per terra e andare avanti. Juve? Io sto già pensando a domenica, la gara con l’Anderlecht è già archiviata, dobbiamo dare continuità in campionato, noi dobbiamo essere umili, compatti, dobbiamo vivere ogni partita come sia sempre l’ultima spiaggia. Questa sera abbiamo iniziato bene, aggredendo e andando in avanti, poi ci siamo abbassati un po’ e abbiamo fatto prendere fiducia a loro. Nel secondo tempo abbiamo alzato ritmo e baricentro, siamo stati bravi nell’ultimo passaggio, più tranquilli e sereni. E’ ritornato Nocerino? Io non me ne sono mai andato, e sono da Milan. Il gol di Mexes? Sono stato molto contento, ha subito molte critiche inutili anche lui, è un grandissimo giocatore, un grande”.

Infine l’allenatore dell’Anderlecht, John van den Brom, visibilmente amareggiato, che commenta cosi questa sconfitta: Avremmo meritato di più, ma questo non conta più nulla adesso. Sono davvero dispiaciuto per questa occasione sprecata. Abbiamo disputato un grande primo tempo e avevamo buone sensazioni nell’intervallo, ma poi in avvio di ripresa abbiamo subito un gol a causa di un grossolano errore in fase di marcatura e siamo rimasti a bocca asciutta. In ogni caso, sono orgoglioso della determinazione mostrata dalla squadra nonostante l’espulsione (di Bram Nuytinck, ndr) e il doppio svantaggio. Abbiamo dimostrato di meritare un posto in Champions League e di poter competere ad alti livelli. Ora abbiamo la possibilità di ottenere un posto in Europa League ed è su questo che ci concentreremo.”

Massimiliano di Cesare

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending