Connect with us

Champions League

Champions League, Manchester City-Real Madrid 1-1: Aguero non basta, Citizens fuori

Pubblicato

|

Aguero, top player di questa Premier League

MANCHESTER, 21 NOVEMBRE – Un tempo per uno e risultato giusto. E’ 1-1 che accontenta molto il Real e molto poco il City, ufficialmente fuori dalla Champions. Per fortuna degli uomini di Mancini , l’Ajax ha perso l’altro match e si può ancora sperare per il terzo posto che significherebbe Europa League. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati da Benzema e da Aguero su rigore. Decisiva l’espulsione di Arbeloa al 72′ che ha tra l’altro provocato il rigore per il City.

Mancini sorprende tutti, schierando un atipico ed insolito 3-5-2 tutto italiano, con Silva e Nasri interni di centrocampo e con Zabaleta terzo difensore. Inoltre, il mister nato a Jesi tiene fuori Balotelli, addirittura in tribuna.  Mourinho invece si affida al consolidato 4-2-3-1 ma con Modric al posto di Ozil, relegato in panchina insieme a Kakà.

PRIMO TEMPO  Il Real impone subito il proprio gioco, non lasciandosi impressionare dal gran sostegno del pubblico di casa : al 10′ Di Maria riceve palla da CR7 e tenta il tiro, ben parato da Hart. Pochi secondi dopo è ancora Di Maria ad ispirare, cross per Benzema che da posizione ravvicinata non può sbagliare e da dentro l’area firma l’ 1-0. Il Real continua a giocare come sa, ai danni di un City tramortito, e legittima il vantaggio. Ci prova due volte Khedira, con un colpo di testa e con un tiro da fuori area; ci prova due volte Ronaldo, con due tiri entrambi di destro, uno da centro area e l’altro da fuori area, ma entrambi sono in qualche modo respinti da Hart. Il Madrid dei primi minuti è una delizia e sfiora il gol da calcio d’angolo: batte Alonso, testa di Pepe e gran parata di Hart sotto la traversa. Gli undici di Mancini provano sporadiche iniziative, sempre o con lanci lunghi o con ripartenze innocue. Al 21′ Aguero tenta il destro dal limite dell’area , ben parato da Casillas sotto la traversa. Subito dopo , gli uomini di Mourinho tornano all’assalto. Prima un tiro di sinistro largo di molto ad opera dell’autore del gol Benzema. Poi al 27′ grande occasione per Khedira che, con uno slalom, penetra in area e viene fermato da una grande uscita di Hart. Gli inglesi sembrano svegliarsi intorno alla mezz’ora. Al 28′ Maicon sfiora il pareggio con un sinistro da centro area che esce di pochissimo. Poi al 31′ ci prova Kolarov direttamente da calcio di punizione, ma la palla scivola sul fondo sotto lo sguardo attento di Casillas. La partita ha un momenti di pausa fino alla fine del primo tempo, che termina 1-0. Il City davvero poca roba. Tanti singoli, ma zero squadra.

SECONDO TEMPO  Manchester City che appare più determinato ad inizio ripresa, anche se continua ad affidarsi ad iniziative dei singoli. Al 48′ cross dalla destra di Maicon e colpo di testa alto di Aguero. Al 50′ grande occasione per i citizens. Scambio ripetuto al limite dell’are tra Silva e Aguero, quest’ ultimo penetra in area di rigore ma a tu per tu con Casillas si allunga la sfera e ne perde il possesso. Ci riprova la squadra del mancio, che prova a crederi. Tiro di Silva che somiglia più ad un rimpallo, Casillas blocca a terra. Il Real prova a colpire in contropiede , ma al 55′ Khedira spreca su cross di Cristiano Ronaldo, partito in campo aperto. Al 65′ il City si divora il pareggio: cross di Maicon sul secondo palo per l’accorrente Aguero che tira a botta sicura ad un metro dalla linea, ma la risposta di Casillas è pazzesca. Pass aun minuto e il Real risponde al dominio, quantomeno territoriale, del City nel secondo tempo. Lo fa con un missile di CR7 dai 25 metri che, seppur centrale, mette in difficoltà Hart. Al 72′ arriva l’episodio che cambia il match : palla dentro l’area, presunto fallo di Arbeloa su Aguero e calcio di rigore. Arbeloa espulso per somma di ammonizioni, mentre il Kun fa 1-1 dal dischetto. Real con un uomo in meno e con un quarto d’ora da giocare. All’ 83′ ci prova il neo entrato Tevez dai 30 metri, ma Ikerone blocca a terra. Poco dopo Coentrao anticipa Dzeko in mezzo all’area, pronto a battere in rete da zero metri. La partita scivola inesorabilmente verso il pareggio, nonostante i 5 minuti di recupero che provocano la curiosa ed esilarante reazione di Josè Mourinho, ome al solito fuori dagli schemi. Ultima occasione per il City al 93′ , ma Tevez non aggancia su grande assist di Milner. Termina cosi 1-1. Giusto cosi.

TABELLINO

Manchester City, 3-5-2 : Hart 6; Nastasic 6,5, Komapany 7, Zabaleta 5; Maicon 6,5, Yaya Tourè 6, Nasri 5,5 (dal 60′ Tevez 6), Silva 7,5, Kolarov 5,5 (dal 45′ Javi Garcia 6) ; Aguero 7 (dall’ 87′ Milner s.v.), Dzeko 5,5. A disposizione : Pantilimon, Barry, Sinclair, Lescott. All. Mancini

Real Madrid, 4-2-3-1 : Casillas 7; Arbeloa 5, Ramos 6, Pepe 6, Coentrao 5; Khedira 6,5 , Alonso 7; Di Maria 6,5 (dall’ 89′ Albiol s.v.) , Modric 6 (dal 67′ Callejon 6), C.Ronaldo 6; Benzema 7 (dal 75′ Varane s.v.). A disposizione : Adan, Nacho, Kakà, Ozil.  All. Mourinho

Gol : 10′ Benzema (R); 73′ Aguero rig. (M)

Top City : David Silva, Aguero, Kompany. Flop City : Nasri, Zabaleta

Top Real : Benzema, Alonso, Casillas. Flop Real : Coentrao, Arbeloa

UOMO PARTITA SPORTCAFE’ 24 : David Silva

Antonio Fioretto

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending