Connect with us

Champions League

Champions League, Anderlecht-Milan: le probabili formazioni

Pubblicato

|

BRUXELLES, 21 NOVEMBRE – E’tempo di Champions League, la casa storica del Milan ed è ora di dimostrarlo. Gli uomini di Allegri volano in Belgio consapevoli che una vittoria li porterebbe con un piede già negli ottavi. Confermato il 4-3-3 con Boateng-Bojan-El Shaarawy in attacco: il Milan non può sbagliare. Dall’altra parte un Anderlecht capace di strappare un punto a San Siro e fermare in casa lo Zenit di Spalletti: pericolo n.1 l’attaccante Mbokani, valido anche Biglia, regista d’esperienza della squadra in passato cercato dai rossoneri.

QUI MILAN – Il Milan che scenderà in campo questa sera ripercorrerà lo stesso visto al San Paolo in campionato: 11 identici e la speranza di vedere lo stesso buon Milan capace di rimontare due gol al Napoli. Confermato Abbiati tra i pali, nonostante i clamorosi errori con gli azzurri, difesa con De Sciglio e Constant sugli esterni coadiuvati dalla coppia centrale Mexes-Acerbi. Centrocampo a 3 formato da Montolivo e Nocerino quali interni e De Jong a fungere da perno davanti la difesa: in attacco il trio Boateng-El Shaarawy-Bojan. Panchina dunque per Pato, Pazzini e Robinho: Allegri punta sul dinamismo e l’imprevedibilità dei suoi uomini avanzati coperti da un centrocampo muscolare, con il solo Montolivo capace di impostare. “Non possiamo più sbagliare, ci servono 4 punti“, afferma mister Allegri alla vigilia. “Avevo previsto un girone molto equilibrato, infatti si deciderà all’ultima giornata. La squadra sta bene, ho fiducia“. Lo Zenit giocherà col Malaga alle 18, con i rossoneri dunque che sapranno già l’esito dei russi prima di scendere in campo. Sarà interessante valutarne l’impatto, in caso soprattutto di vittoria degli uomini di Spalletti e quindi di una maggiore pressione.

QUI ANDERLECHT – Le dichiarazioni alla vigilia del tecnico Van den Brom caricano l’ambiente, e suonano di avvertimento al Milan: “Non saremo quelli dell’andata. Ci mancava ancora il ritmo Champions, stavolta giocheremo meno in difesa. Vogliamo qualificarci“. Parole importanti sull’avversario, “Il MIlan di oggi non è quello di due mesi fa. Lo dimostra la rimonta di Napoli, sarà una bella sfida“. Anderlecht che si schiererà in campo con il consueto 4-2-3-1 e Mbokani terminale offensivo. Il 26 enne bomber rappresenta il pericolo maggiore per la retroguardia rossonera: forte fisicamente e capace di fare reparto da solo. Occhio anche a Lucas Biglia, regista compassato ma dai piedi buoni e seguito in passato anche da Galliani. Per i belgi pressochè le stesse speranze di qualificazione del Milan, dalla sua il vantaggio di giocare in casa ed in un clima molto caldo. Per il Milan si preannuncia una partita difficile, ma comunque alla sua portata. Ecco le probabili formazioni:

Anderlecht (4-2-3-1): Proto; Wasilewski, Nuytinck, Deschacht, Kouyatè; Kijestan, Biglia; Kanu, Bruno, Jovanovic; Mbokani. All.: Van den Brom

Milan (4-3-1-2): Abbiati; De Sciglio, Mexes, Acerbi, Costant; De Jong, Montolivo, Nocerino; Boateng; Bojan, El Shaarawy. All.: Allegri

Arbitro: Damir Skomina (SVN)

Orazio Rotunno

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending