Connect with us

Inter

Calciomercato Inter, Barrientos a gennaio: Paulinho in stand-by, interessa Kolarov

Pubblicato

|

MILANO, 20 NOVEMBRE – L’Inter resta vigile sul mercato, e lo fa puntando quei giocatori in uscita o insoddisfatti nel proprio club. A sorpresa, uno di questi, è il fantasista del Catania Barrientos che domenica scorsa postava su twitter un messaggio esplicito in cui salutava la città ed i tifosi, alludendo al desiderio di cambiare aria. Stessa situazione per Kolarov, costantemente sorpassato da Clichy nelle gerarchie di Mancini e che arriverebbe all’Inter desideoso di riscatto. Paulinho nel frattempo rifiuta ogni proposta e aspetta i neroazzurri, ma il Corinthias chiede troppo. Spunta l’idea Eriksen, ma il Real Madrid è in pole.

AVANTI COL TANGO, ORA ANCHE BARRIENTOS – Con il passaggio al 3-4-3, urge a Stramaccioni qualche alternativa in più in attacco. Si cercherà un vice-Milito, ma necessitano anche rinforzi sugli esterni in appoggio alla punta centrale. Barrientos può essere l’elemento giusto, tatticamente ed economicamente, da inserire a gennaio come freccia in più nell’arco ridotto del tecnico romano. Mancino puro, non rapidissimo ma in possesso di ottima tecnica individuale e visione di gioco. Pochi gol ma tanti assist e lavoro per la squadra: dopo oltre 2 anni di infortuni a catena si è proposto a Catania come uno dei gioielli più interessanti della Serie A nel suo ruolo. La valutazione si aggira fra gli 8 ed i 10 milioni di euro, da valutare se l’Inter riterrà opportuno investire tale cifra.

Su Paulinho si sono placate le voci nelle ultime settimane ma il giocatore. rifiutando le ultime avances di Psg e United, rafforza la tesi di un accordo già esistente fra l’Inter ed il suo entourage. Ma il problema resta la cifra richiesta dal club brasiliano del Corinthians: non meno di 15 milioni di euro. Troppi, per i neroazzurri, che sono forti del consenso del giocatore. A gennaio il suo arriva resta da non scartare, ma l’affare non è dei più semplici.

UN SERBO PER LA FASCIA, SOGNO ERIKSEN IN REGIA – Kolarov è sempre piaciuto alla dirigenza interista, ma l’offerta spropositata dei citizens due anni fa mise la parola fine al corteggiamento fra le parti. Oggi, con il serbo sopravanzato da Clichy nelle gerarchie del Mancio sulla sinistra, può liberarsi anche con un prestito oneroso da gennaio. Alvaro Pereira non ha convinto finora, così come Jonhatan che partirà nella prossima sessione di mercato. Con i soli Nagatomo e Zanetti a garantire affidabilità sulle corsie esterne, è necessario intervenire anche in questo senso. Ma non è un’urgenza di Stramaccioni, dunque l’affare si farà solo a condizioni economiche molto favorevoli.

Ma nelle ultime ore è il nome di Eriksen a far sognare maggiormente i tifosi: le sue grandi prestazioni in Champions con l’Ajax non sono passate inosservate, ma non solo dalle parti della Pinetina purtroppo per Moratti. Milan e Real Madrid sono in anticipo su tale pista, ma lo sponsor Sneijder potrebbe essere una carta vincente. La valutazione è già proibitiva, 20 milioni di euro e non un euro di meno. La costosa “bancarella” olandese ha già la fila di acquirenti: se l’Inter riterrà ne valga la pena, potrebbe inserisi con prepotenza nell’affare.

Orazio Rotunno

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending