Connect with us

Prima Pagina

Serie Bwin: Tavano fantastico, Caputo rinato. La Top 11 della 16a giornata

Pubblicato

|

il centrocampista amaranto

il centrocampista amarantoLIVORNO, 19 NOVEMBRE –  La top 11 della giornata rispecchia la giornata negativa delle grandi: Non ci sono giocatori delle prime due della classe, Sassuolo e Verona, entrambe fermate sul pareggio. Due rappresentanti invece per Livorno che aggancia al secondo posto i veneti. Allenatore di giornata è ancora Braglia, mister della Juve Stabia, corsara a La Spezia. Questi i migliori 11:

PORTIERE

Fiorillo (Livorno): per la terza settimana consecutiva l’estremo difensore amaranto è nella formazione ideale: sul risultato di 1 a 0 per i suoi ipnotizza l’attaccante del Varese due metri. Ottimi interventi anche nella ripresa.

DIFENSORI

Dicuonzo (Juve Stabia): Classe ’85 e cresciuto nella Juve, quella di Torino, a due minuti dalla fine regala il 3a2 sullo Spezia in una partita non adatta i deboli di cuore.

Migliore (Crotone): il ventiquattrenne cresciuto nel Lione  e di passaporto francese è autore di una prova maiuscola: arcigno in difesa, al 40’ si sgancia dalla difesa e di destro batte Valentini per il vantaggio calabrese.

Gentili (Vicenza): Secondo gol consecutivo per il difensore ex nazionale under 21: dopo la rete nel derby con il Cittadella, con stacco imperioso di testa segna il gol della vittoria.

CENTROCAMPISTI

Belingheri (Livorno): è sempre nel vivo del gioco e risulta decisivo nei momenti chiave: dopo 10 minuti prende l’ascensore e di testa batte Bressan. Nel recupero poi serve l’assist decisivo a Siligardi per la rete della sicurezza.

Sciaudone (Bari): l’ex Taranto mette la parola fine alla crisi del Bari, senza vittoria da due mesi. Sulla ribattuta di Leali è il più lesto di tutti a ribadire in rete e a segnare la sua seconda marcatura in campionato.

Castiglia (Vicenza): il giovane centrocampista, cresciuto nella Juventus, gioca una partita di altissimo livello. Ci prova da tutte le posizioni e al 62’ con una grande girata al volo dà il la per la rimonta biancorossa.

Djokovic (Cesena): Il numero 8 croato, con un sinistro impressionante per forza e precisione, segna un gol importantissimo per i romagnoli sul difficile campo del Bentegodi.

ATTACCANTI

Tavano (Empoli): doppietta fantastica per “Ciccio”: il primo gol  è da opportunista il secondo  è una perla: stop a seguire per evitare il difensore e destro a giro che non dà scampo a Lanni. Lo stesso portiere del Grosseto gli nega in uscita la tripletta.

Caputo (Bari): La rinascita dei pugliesi passa soprattutto da lui: propizia il vantaggio di Sciaudone poi in pallonetto raddoppia. Nel finale dagli 11 metri segna il gol della sicurezza

Raimondi (Padova): è l’uomo copertina del Derby veneto: padovano d.o.c. segna solo nei momenti decisivi: dopo la rete al Verona, una sua doppietta piega il Cittadella; bella in particolare la prima marcatura con un destro da fuori area che fulmina Cordaz.

ALLENATORE

Braglia (Juve Stabia): lo si potrebbe chiamare lo “special one” delle serie minori: 3 campionati di C-1 vinti e uno di C-2. Ora sta guidando la Juve-Stabia verso le zone nobili del campionato cadetto.

A cura di Alessandro Sarcinelli

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending