Connect with us

Focus

Juve frenata dalla Lazio, El Shaarawy rimonta il Napoli: l’analisi degli anticipi di SportCafe24

Pubblicato

|

NAPOLI, 18 NOVEMBRE – Allo Juventus Stadium un’altra big frena la Juve. Dopo il KO contro l’Inter, la Juve non morde la Lazio e si fa fermare sullo 0-0. Una vittoria dei nerazzurri e domani la classifica si potrebbe accorciare di nuovo con gli uomini di Stramaccioni che hanno la possibilità di tornare a -2 e riaprire la corsa scudetto, rendendo il campionato più avvincente. Lo Stadium ora fa meno paura agli avversari, la Juve gioca bene ed impone il suo gioco e i suoi ritmi, ma Marchetti è una saracinesca e dove non arriva il portiere ci pensa la traversa a fermare un tiro di Bonucci. I bianconeri hanno diverse occasioni, ma la Lazio tiene duro e strappa un punto importante in una gara insidiosa, mentre alla Juve rimane il rammarico per le occasioni mancate sotto rete.

Nell’altro anticipo della tredicesima giornata al San Paolo finisce 2-2 con gli uomini di Mazzarri che sul 2-0 si fanno rimontare dal faraone El Sharaawy. E’ lui che salva il Milan, ancora una volta su un campo da sempre ostico per i rossoneri ed in una gara che alla fine del primo tempo sembrava già chiusa o comunque seriamente compromessa. Ma il solito faraone salva la truppa di Allegri e regala un punto pesantissimo alla squadra. In un momento così delicato è un punto d’oro e lui, dopo il gol in nazionale, segna una doppietta importantissima perchè sale a quota 10 gol in classifica cannonieri e da solo ammutolisce il San Paolo.

Il Milan torna rinfrancato da questa trasferta in vista del macth delicato di Champions, ma sembra che senza il Faraone si possa combinare poco o niente. Di sicuro se si deve rifondare, si deve ripartire da lui. E’ lui ora il nuovo simbolo, la sua cresta ormai è il segno di riconoscimento della squadra. Se riuscirà a fare il leader e ad essere un punto di riferimento in campo, il Milan risalirà la classifica. Ma si dovranno svegliare i “non pervenuti” di questa stagione : Robinho, Boateng e Pato. La materia prima al Milan c’è: bisogna solo saperla lavorare.

Il Napoli invece delude ancora una volta le aspettative e perde 2 punti fondamentali per lottare per lo scudetto. Mazzarri è nero a fine gara, la squadra ancora una volta è mancata all’appuntamento decisivo. Gioca bene, vince e convince in alcune gare ma in altre da la sensazione di non essere ancora pronta per il grande salto. Cavani delude e non è decisivo in una sfida in cui lui doveva prendere per mano la squadra e condurla alla vittoria. L’impressione è che l’ambiente debba ancora maturare perchè “cicca” sempre nelle grandi occasioni.

L’Inter domani potrebbe dimostrare di essere la vera ed unica “Anti-Juve” del campionato.

Nadia Gambino

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending