Fabio Pengo

Call of Duty: Black Ops 2, il nono capitolo della serie

Call of Duty: Black Ops 2, il nono capitolo della serie
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 14 NOVEMBRE – Dopo l’uscita di Halo 4 ed Assassin’s Creed III, 24 ore fa la TreyArch ha rilasciato sul mercato mondiale il suo ultimo gioiellino: Call of Duty – Black Ops 2. In Italia lo si è potuto apprezzare in anteprima al GamesWeek di Milano. Il nuovo titolo doveva risollevare le sorti e la popolarità della casa produttrice dopo il mezzo fiasco di Modern Warfare 3 e il record di incassi nelle sole prime 24 ore ha fatto sperare nel meglio i programmatori.

Il videogioco è il seguito spirituale del primo Black Ops uscito nel 2010 e ne riprende la trama da dove è stata interrotta, infatti nella campagna single player vestiremo sia i panni di Alex Mason, già protagonista del primo episodio, per le scene che riaguardano i flashback sia quelli di David Mason, suo figlio, per quanto riguarda gli avvenimenti del 2025. I cattivi di turno saranno i Cinesi che, dopo la dichiarazione di embargo di prodotti rari nei confronti degli Stati Uniti, avvieranno una offensiva su tutte le più importanti città americane. Bisogna aspettarsi colpi di scena mozzafiato visto che la storyboard è stata visionata da David S. Goyer (Batman, Ghost Raider, Superman).

Per quanto riguarda il multiplayer la prima novità è il nuovo motore grafico che fa brillare al massimo ogni minimo particolare e regala un impatto incredibile agli occhi. Le mappe sono state finalmente studiate per contrastare il crescente fenomeno del camping, vera piaga di ogni capitolo della serie; d’altraparte le mappe sono un po’ troppo piccole per il numero previsto di giocatori ed il ritmo di respawn/morte è altissimo tanto da fare assomigliare il gioco a Quake Arena con una grafica migliorata.

Altra importante novità è l’arsenale di armi rinnovato ed una personalizzazione maggiore delle armi che per la gioia di molti sono state bilanciate, quindi ogni arma avrà i suoi pregi ed i suoi difetti. Confermato il sistema di Perk – o abilità- con le quali potenziare il proprio soldato. Forse potremo assistere al rilancio di questo titolo.
VOTO GLOBALE 8 

Fabio Pengo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *