Redazione

Lionel Messi, fucile puntato alla testa in Arabia

Lionel Messi, fucile puntato alla testa in Arabia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

RYAD, 13 NOVEMBRE – Disavventura in terra araba per Lionel Messi. Il giocatore del Barcellona, al suo arrivo a Ryad con un volo privato per unirsi ai compagni della nazionale argentina, ha trovato la solita accoglienza che è ormai abituato a ritrovarsi ogni qual volta gira il mondo con la Albiceleste. Stavolta però qualcosa è andato storto.

Il fuoriclasse blaugrana, in Arabia Saudita per prendere parte all’amichevole contro la selezione locale, si è ritrovato un fucile puntato alla testa da uno dei soldati che lo stavano proteggendo dalla folla di fan a caccia di una foto o di un autografo.

Il fatto però è stato frutto di un equivico bello e buono. L’arma che ha tanto spaventato il numero 10 blaugrana gli è stata rivolta contro involontariamente, senza che l’agente si fosse reso conto, nella ressa, delle proprie azioni. La situazione è poi tornata alla tranquillità e Messi è stato trasferito in auto nell’albergo Ritz-Carlton nel centro della città, sede del suo soggiorno nello stato saudito.

Alessio Tuveri
Teitter: @aletuve

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *