Redazione

Calciomercato Inter, shopping a Donetsk. Willian e Fernandinho nel mirino

Calciomercato Inter, shopping a Donetsk. Willian e Fernandinho nel mirino
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Per l'attacco spunta la pazza idea di riportare Balotelli a Milano. Intanto Silvestre starebbe per essere restituito al Palermo

Willian con la maglia dello Shakhtar

MILANO, 13 NOVEMBRE – In casa Inter sarà determinante il mese di gennaio, quando l’apertura della sessione invernale di calciomercato permetterà al club di rinforzare la rosa nelle zone in cui necessita intervenire. Sul fronte attacco la scelta del modulo con tre giocatori offensivi, maturata soltanto dopo il termine del mercato estivo, richiede numerosi ricambi. E’ questo il motivo per cui la dirigenza nerazzurra visiona in giro per il mondo quelli che potrebbero essere i futuri tasselli, tra cui spicca il nome del brasiliano Willian. La clausola rescissoria fissata dal club di appartenenza, lo Shakhtar, è altissima: per liberarlo vorrebbe 35 milioni, ma con una cessione importante si potrebbe fare. Quest’ultima idea sembra addirittura già qualcosa di più all’interno della società nerazzurra. Se il sacrificato sarà Snejider, si potrà puntare dritto su Willian. Per l’operazione decisivo sarà il supporto di Moratti, che nella trattativa potrebbe essere favorito dal rapporto di stima che lo lega con Lucescu. Piero Ausilio è stato inviato direttamente dal presidente a parlare con il procuratore del brasiliano Alexandre Soares. Nell’occasione è stato visionato anche un altro talento brasiliano che milita a Donetsz, il centrocampista Fernandinho. L’Inter lo segue con attenzione, piace tanto anche a Stramaccioni, che potrebbe spingere per portalo a Milano, anche se sarebbe considerato solo un’alternativa a Paulinho.  Il direttore sportivo Ausilio, però, smentisce qualsiasi interessamento concreto nel suo viaggio: “A dire la verità in settimana sono stato a vedere due belle partite, tutto qui. C’era l’opportunità di vedere due belle gare di Champions League, con giocatori di qualità, però nulla di particolare. Mi sono divertito e ho incontrato qualche collega“.

BALOTELLI – In questi ultimi giorni i tabloid inglesi si stanno sbizzarrendo sull’argomento Balotelli,  relegato in tribuna nell’ultima partita giocata contro il Tottenham dal suo Manchester City. Ultimamente sempre più ai margini della squadra allenata da Mancini, che lo ha accusato di non profondere l’impegno richiesto. In Inghilterra c’è già chi parla di un cambio di maglia nel prossimo gennaio, rivelando la possibile soluzione economica messa sul piatto dall’Inter: prestito con obbligo di riscatto a 25 milioni. Mino Raiola, procuratore SuperMario, rassicura i tifosi del City: “Posso garantire che Mario non vuole andar via. Anche se non è felice per essere finito in tribuna, ha accettato le decisioni del mister perché sa che fanno parte del gioco. Non c’è alcuna trattativa né con l’Inter né con altri club italiani. Nei piani di Mario c’è l’idea di giocare ancora a lungo col City e l’esclusione di domenica non cambia nulla”.

SILVESTRE TORNA A PALERMO – E’ sotto gli occhi di tutti come Matias Silvestre rappresenti al momento il punto debole dell’Inter. Fino ad ora undici presenze tra campionato e coppe, caratterizzate più da incertezze difensive che da altro. Non si sta rivelando il giusto sostituto di difensori come Samuel o Ranocchia. Ultimo episodio a suo sfavore è proprio il rigore causato contro l’Atalanta, che va sommato a prestazioni poco soddisfacenti. Questa situazione starebbe facendo riflettere la società nerazzurra di non puntare più su sull’argentino, che  già da gennaio potrebbe essere restituito al mittente, il Palermo. Ci pensa l’amministratore delegato dei rosanero, Pietro Lo Monaco, a sciogliere, almeno per il momento, ogni dubbio: “Sapete tutti che, da parte della società nerazzurra, per ciò che concerne la trattativa Silvestre, c’è l’obbligo di riscatto, quindi è una possibilità che non è contemplata”.

a cura di Gaetano Galotta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *